Abiti da sposa, il corsetto per essere più femminili

da , il

    Scegliere un abito con il corsetto o bustier è una scelta molto classica, perché in linea di massima si sta cercando un abito che riprenda le linee del passato, magari con gonne molto ampie e larghe. Al tempo stesso il corsetto però è un elemento di seduzione. Sottolinea la linea della vita e mette in risalto la scollatura. Infatti lo ricordiamo nei vecchi film da Via col Vento, quando Mamy lo stringeva forte a Rossella per farle avere un vitino da vespa, agli spettacoli del Moulin Rouge. Non è per un capo adatte a tutti, bisogna saperlo portare e sentirsi a proprio agio, vediamo insieme qualche informazione in più per scegliere in modo consapevole.

    Il bustier originale è semi rigido e dà anche al portamento un’aria molto composta. Mi raccomando state rilassate o l’effetto insaccato è un classico. È adatto agli abiti ampi e vaporosi. Direi che con gonne principesche è l’abbinamento più adatto. Guardate la collezione 2010 di Valentino per avere un’idea definita.

    Mi raccomando se avete poco seno, evitate le scollature abbondanti e le coppe preformate. Non è vero che aumenta il volume, mette in risalto questo difetto rendendovi se è possibile ancora più piatte. Ci sono delle chiusure a bottoncini o con effetto camicia aperta, che invece, possono essere perfetti per chi non ha un seno generoso.

    La scollatura tagliata sul seno con spalle scoperte è inoltre ideale per chi ha delle belle spalle. Infine, passiamo alla vita. Le ragazze con un filo di pancetta possono usarlo tranquillamente, anzi le sfinerà. Chi invece ha proprio problemi di linea, è meglio che scelga qualcosa di meno rigido per snellire.

    Foto tratte da sposamania.it

    Dolcetto o scherzetto?