Accessori sposa: il must sono quelli per capelli

da , il

    Quando si parla di accessori sposa, si apre un mondo. A mio avviso però, se volete essere davvero alla moda, quello su cui dovete puntare sono i capelli. Se volete indossare il velo per la cerimonia, prevedete per il dopo un accessorio che faccia la differenza: può essere un cerchietto, un fermaglio o semplicemente un fiore. Se invece preferite non indossare il velo, non avrete che l’imbarazzo della scelta tra velette, cerchietti con pietre, con fiori, di seta, di raso…Ormai anche gli stilisti più importanti non possono fare a meno di inserire nelle loro collezioni qualche accessorio di questo tipo.

    Per la Chiesa io non avrei dubbi: per una sposa giovane e originale sceglierei certamente un cerchietto con veletta corta, molto moderno ma che riprende uno stile vintage. Attenzione però all’abbinamento con l’abito che deve essere piuttosto lineare e moderno.

    Se di velo e velette non ne volete neanche sentir parlare, avrete comunque il vostro bel da fare nella scelta di cerchietti di ogni tipo. Ormai non c’è ragazza che no ne possieda un bella collezione e gli stilisti, quelli più famosi ma anche quelli di nicchia, ne propongono tantissimi per le spose.

    Se cercate qualcosa di prezioso vi consiglio di stare sui cristalli: troverete creazioni bellissime ed esageratamente costose come quelle di Jennifer Behr, ma anche pezzi molto belli in negozi come Accessorize. E credetemi: anche con pochi euro farete la vostra figura!

    Se optate per una pettinatura raccolta la soluzione potrebbe allora essere un semplice nastro di raso chiaro da passare tra i capelli o un fermaglio da appuntare sull’acconciatura.

    Per chi ama lo stile naturale la soluzione è solo una: un fiore fresco da appuntare sull’acconciatura o tra i capelli sciolti. Una scelta sempre vincente che sottolinea un bellezza semplice e delicata.

    Fotografie tratte da

    blog.weddingpaperdivas.com tigerlillyjewelry.com bestowboutique.wordpress.com yourbestwedding.blogspot.com

    Dolcetto o scherzetto?