Accordo prematrimoniale per gli sposi con animali

da , il

    accordo prematrimoniale cani

    Un nuovo accordo prematrimoniale segna le coppie con amici a quattro zampe. Dal 15 novembre, da lunedì prossimo quindi, i fidanzati che vogliono sposarsi o anche solo andare a vivere insieme se hanno animali, dovranno rivolgersi allo sportello Aidaa e chiedere di accedere al servizio di accordo prematrimoniale o pre-coppia per gli animali della famiglia. Una vera novità. Sono famosi gli accordi delle star di Hollywood che si impegnano a risarcire l’altro in caso di tradimento o a non pretendere nulla se il matrimonio non dovesse funzionare, ma non si era mai parlato di pet!

    Le coppie che bussano alla porta dell’Aidaa ottengono assistenza legale per la stesura di un vero e proprio accordo sulla gestione degli animali di casa, sia nella vita di famiglia, sia in caso di separazione o rottura della convivenza della coppia. L’accordo prematrimoniale diventa di fatto un vero e proprio contratto che ha valore di scrittura privata e può essere fatto valere in sede legale in caso di separazione.

    Pensate un po’ che solo nei primi 10 mesi di quest’anno sono state 2.300 le famiglie e le coppie di fatto che si sono rivolti ad Aidaa per avere consulenze in relazione alla gestione futura degli animali di casa in caso di separazione o divorzio della coppia. È quindi un argomento molto sentito.

    Non sono tutti come il cantante Robbie Williams che ha voluto i suoi cuccioli anche come testimone di nozze, ma non è male l’idea che ci possa essere una normativa un po’ più rigida.

    Inoltre, ammettiamolo, è più nobile un accordo di questo tipo, che non economico.

    Dolcetto o scherzetto?