Bouquet sposa: stagione che vai, fiore che trovi

da , il

    Non importa se dopo tanta fatica e indecisione spese nella scelta dei fiori, il bouquet finirà inesorabilmente nelle mani impazienti di qualche cugina-amica-zia nubile: il vostro dovrà essere esattamente come lo desiderate! L’accostamento cromatico con il vostro abito deve essere impeccabile e i fiori che comporranno il bouquet devono rispecchiare il vostro stile. Meglio ancora se la scelta ricade sui fiori di stagione: estate, autunno, inverno e primavera vi accompagneranno all’altare con i loro profumi e i loro colori.

    Qualunque sia la stagione che avete scelto per festeggiare il vostro matrimonio, sappiate che ogni mese ha il suo “cavallo di battaglia” in quanto a fiori e piante per il matrimonio. Va quindi sfatato il mito delle nozze primaverili o estive: anche in autunno o in inverno non manca certo la scelta tra le specie floreali più disparate.

    Mettiamo il caso, ad esempio, che decidiate di sposarvi in inverno, meglio ancora in prossimità delle feste di Natale. Il bouquet potrà essere senza dubbio bianco come la neve (le rose o i fiori d’arancio sono perfetti), ma si può anche personalizzare con tanti toni di colore. Il rosso e il bordeaux sono le tinte della stagione: potrete scegliere un bouquet di rose amaranto o inserire solo qualche bacca di agrifoglio, se non volete esagerare.

    Se invece preferite i colori più tenui e le tinte pastello, la vostra stagione è decisamente la primavera. La composizione del bouquet da sposa, da marzo a giugno, è senza dubbio un gioco divertentissimo: tra tulipani, ginestre, camelie, narcisi, margherite, fresie, gigli, primule e lillà c’è solo l’imbarazzo della scelta. E i colori? Dal rosa confetto al viola, dal fucsia al lilla potete dare sfogo a tutta la vostra creatività.