Canzoni matrimonio: “Un raggio di sole” di Jovanotti

da , il

    Torniamo a parlare di musica per il vostro matrimonio con una canzone davvero bella e divertente di Jovanotti. Si tratta di “Un raggio di sole” e parla di una storia d’amore tra due persone, un po’ litigarelle ma che infondo non riescono a stare separate. Se anche la vostra unione, che vi ha portato alle nozze, rientra in questa descrizione, che nel dite di inserire nella vostra playlist anche questo brano? Oggi vi proponiamo il testo e il video, per rinfrescarvi la memoria sulle parole di questo brano. Una canzone davvero perfetta per il taglio della torta o per un primo ballo un po’ spiritoso.

    Che lingua parli tu

    Se dico vita dimmi cosa intendi

    E come vivi tu

    Se dico forza attacchi o ti difendi

    T’ho detto amore e tu m’hai messo in gabbia

    M’hai scritto sempre ma era scritto sulla sabbia

    T’ho detto eccomi e volevi cambiarmi

    T’ho detto basta e m’hai detto non lasciarmi

    Abbiamo fatto l’amore e mi hai detto mi dispiace

    Mi hai lanciato una scarpa col tacco e poi abbiamo fatto pace

    Abbiam rifatto l’amore e ti piaciuto un sacco

    E dopo un po’ mi hai lanciato la solita scarpa col tacco

    Gridandomi di andare e di non tornare più

    Io ho fatto finta di uscire e tu hai acceso la TV

    E mentre un comico faceva ridere io ti ho sentito che piangevi

    Allora son tornato ma tanto già lo sapevi

    Che tornavo da te senza niente da dire senza tante parole

    Ma con in mano un raggio di sole

    Per te che sei lunatica

    Niente teorie con te soltanto pratica

    Praticamente amore

    Ti porto in dono un raggio di sole per te

    Un raggio di sole per te

    Che cosa pensi tu

    Se dico amore dimmi cosa intendi

    Siamo andati al mare e mi parlavi di montagna

    Abbiamo preso una casa in città e sogni la campagna

    Con gli uccellini le anatre e le oche

    I delfini i conigli le api i papaveri e le foche

    E ogni tanto ti perdo o mi perdo nei miei guai

    Ho lo zaino già pronto all’ingresso ma poi tanto tu già lo sai

    Che ritorno da te…