Consigli per le invitate al matrimonio che vogliono indossare il cappello

da , il

    cappello matrimonio mamma sposa

    Complici anche le nozze reali di William e Kate, oggi daremo alcuni consigli alle invitate al matrimonio che vogliono indossare il cappello. Prima di tutto va sottolineata una cosa: il cappello si può indossare solo se sceglie di indossarlo anche la mamma della sposa; in caso contrario evitate, o sostituite il capello con un cerchietto o un accessorio per capelli più particolare. Evitate anche di farvi prendere troppo la mano: ricordate che se in Inghilterra indossare accessori per capelli e cappelli alle cerimonie è quasi un obbligo, da noi non è così e siamo decisamente meno abituati a questa usanza. Il termine da non dimenticate mai è quindi eleganza, che ovviamente odia gli eccessi!

    Prima di tutto se conoscete bene gli sposi non avrete problemi ad informarvi sul tono della cerimonia. Evitate domande dirette ma con piccoli stratagemmi potrete capire se gli sposi hanno in mente un matrimonio molto elegante o qualcosa di più easy.

    Se ad esempio lo sposo indosserà il tight, potete stare sicure che si tratterà di una cerimonia elegante e anche il vostro abbigliamento andrà scelto di conseguenza. Vietati i colori come il bianco e il nero ma via libera a tutte le tonalità pastello, sempre molto di moda e davvero adatte ad una cerimonia come un matrimonio.

    Ricordate quindi che il cappello è perfetto solo per cerimonie molto formali: anche in questo caso lo indosserete solo se lo fa la mamma della sposa e vi consigliamo di evitare quando il tono della cerimonia non sarà particolarmente elegante e formale. In questo caso infatti si rischia di stridere un po’ con la volontà degli sposi di avere delle nozze semplici senza formalismi.

    Il cappello poi va indossato per tutta la cerimonia e per il ricevimento. Attenzione anche gli abbinamenti con l’abito scelto. Molto elegante è un tailleur dal taglio sartoriale indossato con un capello a tesa larga, della stessa tonalità dell’abito.

    Dolcetto o scherzetto?