Cosa non bisogna mai indossare a un matrimonio: istruzioni per l’invitata [FOTO]

da , il

    Cosa non bisogna mai indossare a un matrimonio? Quali sono le istruzioni fashion per l’invitata da non sottovalutare? Il giorno delle nozze è il più importante nella vita di una donna, per questo tutte le attenzioni devono essere concentrate sulla sposa, e mai su ospiti e damigelle. Ecco quindi un breve compendio di regole da seguire per non sbagliare look in occasione di un matrimonio.

    No agli abiti bianchi, avorio, cipria e champagne

    Come è facile immaginare, l’invitata non deve mai, in nessun caso vestire di bianco, a meno che non vi sia una specifica richiesta da parte della sposa, magari per un matrimonio a tema. Le altre tinte da evitare sono l’avorio, lo champagne, il cipria e il grigio perla, tutte nuances a oggi molto utilizzate dalle maison specializzate nel settore bridal: potreste ritrovarvi con un abito dello stesso colore di quello della sposa.

    No al total black

    Poco indicati per i matrimoni i look in total black, soprattutto quelli che vedono protagonisti abiti lunghi con scarpe e borsa nello stesso colore. Preferite invece outfit con un po’ di contrasto, limitando il nero all’abito, consigliato in ogni caso solo per nozze serali, e puntando sull’argento e l’oro per gli accessori.

    No al rosso e alle tinte fluo

    Altro colore off limits per i look delle invitate è il rosso, ma anche le altre tinte troppo accese come il magenta, il fucsia e ovviamente le sfumature fluo di giallo e verde. Anche in questo caso, il focus deve restare sempre sulla sposa, evitate quindi eccessi di cui potreste pentirvi quando vi guarderete nelle foto dell’evento.

    No ai minidress e gli abiti troppo provocanti

    Il matrimonio è un’occasione in cui puntare solo su capi molto sofisticati e raffinati, lasciate a casa quindi i minidress, soprattutto nelle forme a tubino molto fascianti, gli abiti con schiena nuda corti sulle cosce e i nuovi modelli in stile tattoo dalla lavorazione semitrasparente che lasciano poco all’immaginazione, perfetti solo per i party con le amiche ma non per le nozze.

    No ai maxi cappelli

    Evitate anche le acconciature molto pompose, ancor più se completate da cappelli decorativi stravaganti. Lasciate questo tipo di eccessi a principesse e star eccentriche, preferite invece hairstyle più semplici, raccolti o sciolti: valorizzerete i vostri lineamenti evitando che durante il ricevimento non si parli d’altro che dei vostri accessori per capelli.

    No ai tacchi altissimi e alle borse grandi

    Fuori luogo anche i sandali e le dècolletès con tacco 15 dai maxi plateau fino ai 5 cm. Anche in questo caso, parliamo di calzature più adatte ai party serali che a un matrimonio, modelli a cui è sempre meglio preferire creazioni con tacco 10 al massimo. Da lasciare a casa le shopper, le tote e le handbag di grandi dimensioni: una clutch o una minaudiere daranno al look un tocco molto più raffinato.

    No a jeans, shorts e sneakers

    Sappiamo che questa è un’ovvietà, ma ribadirlo non fa mai male a nessuno: non indossate mai, in nessun caso jeans, shorts e scarpe sportive a un matrimonio, la sola eccezione è infatti per le nozze a tema, dietro esplicita richiesta della sposa. In tutti gli altri casi parliamo di orrori fashion senza giustificazioni.

    Il lungo solo di sera

    Spesso quando si acquista un abito da cerimonia ci si chiede se puntare sul lungo o sul corto: la risposta è che le nozze di giorno, quelle in riva al mare o all’aperto premiano i look con abiti corti, mentre per i matrimonio serali, soprattutto se in location molto eleganti, sono più adatti agli abiti da cerimonia lunghi, da preferire in colorazioni scure come il blu.