Depressione post-sì, sempre più frequente nelle spose

da , il

    depressione post matrimonio

    La depressione post-sì colpisce sempre più donne dopo il matrimonio: sembra strano ma è proprio così. Ben il 36 % delle neo sposine infatti ha sofferto di depressione, tristezza e attacchi di panico dovuti alla nuova vita coniugale. Il matrimonio, e di conseguenza la convivenza, è un passo molto difficile, anche se bellissimo, che per molte donne significa l’addio alla vita da ragazzine e alla spensieratezza. Dopo la cerimonia, la festa e il viaggio di nozze si ritorna alla vita di ogni giorno, in due, con le responsabilità e i problemi di sempre.

    Lo sottolinea anche Gleeden.com, il primo sito di incontri extraconiugali in Italia, che ha intervistato 1.922 persone coniugate di età compresa tra i 30 e i 40 anni. Pensate che ben il 79% delle donne pensa che questo sia un argomento tabù e fatica a parlarne.

    Andando in profondità però si scopre che il 36% delle donne ha risentito della depressione dopo le nozze, mentre la stessa problematica l’ha avuta solo il 9% degli uomini.

    Alle persone intervistate è anche stato chiesto di indicare quali sono le più grandi paure che possono insorgere dopo le nozze.

    Secondo il 21 % delle donne è la paura che non sia la persona giusta mentre per il 19 % è l’ansia del mutuo e delle spese per la gestione famigliare. Per il 15 % delle spose è la pressione di suoceri e genitori sull’attesa di un nipotino e c’è anche, per un 11 %, la paura della monotonia che si può instaurare nel rapporto di coppia. Per l’8 % inoltre c’è la sensazione di aver chiuso per sempre il periodo della spensieratezza e del divertimento.

    Fa impressione pensare a come in questi casi possa cambiare tutto dopo il viaggio di nozze; prima c’è l’euforia delle nozze, del ricevimento, dell’abito da sposa e poi la depressione si fa sentire non appena cominciano le responsabilità. Per le donne infatti subentra anche la paura di avere preso un impegno troppo grande ma anche la paura di una gravidanza in arrivo.

    Inoltre va sottolineato come siano le donne quelle maggiormente colpite da questa ansia, forse proprio perché sono quelle che hanno le aspettative maggiori sul matrimonio e sulla vita di coppia.