Documenti, l’iter burocratico per sposarsi

da , il

    Sposarsi non vuol dire solo organizzare una grande festa, ci sono anche delle pratiche burocratiche da sbrigare. Comune o chiesa perché il vostro giorno abbia valore legale deve presentare determinati documenti con una certa tempistica. Per semplificarvi le procedure abbiamo pensato di creare un piccolo vademecum.

    Chi desidera celebrare il matrimonio in chiesa deve badare a presentare i documenti sotto

    elencati che hanno validità sei mesi.

    1-Il certificato di battesimo

    2-Il certificato di cresima

    3-Il certificato di stato libero ecclesiastico - per dimostrare che non si è già sposati o si è liberi in caso di matrimonio annullato o vedovanza. In caso di matrimonio precedente serve anche copia integrale dell’atto di matrimonio completa dell’annotazione della sentenza di annullamento. Invece, ai vedovi è richiesto l’atto di morte del coniuge.

    4-L’attestato di frequenza ai corsi prematrimoniali – vale un anno

    4-Il certificato di NULLA OSTA – serve solo a chi ha deciso di celebrare in una parrocchia diversa da quella di appartenenza. Non so, qualcuno magari ha piacere di sposarsi in un posto caro alla propria famiglia o simbolico per il proprio matrimonio. In questo caso bisogna recarsi dal proprio parroco affinché autorizzi la coppia ad andare in’altra chiesa.

    Chi desidera, invece, sposarsi in comune la prassi è più semplice. Servono: l’atto di nascita, residenza, cittadinanza e stato civile e la dichiarazione dei genitori o di chi eserciti la patria potestà in cui si afferma che non esistono impedimenti all´unione.

    Una volta raccolti i documenti e dopo aver stabilito il giorno del matrimonio (alcuni lo dovranno concordare con la disponibilità della parrocchia), bisogna recarsi in Comune e fissare un appuntamento con l’ufficiale di Stato civile per la promessa di matrimonio. A quest’incontro bisogna presentarsi con due testimoni e almeno un genitore. Le pubblicazioni hanno validità 6 mesi e saranno affisse e in Comune e in Chiesa per chi ha scelto il rito religioso.

    Foto tratte da

    fuoridallordinario.it difiorefotografi.it linari.it