Fiori matrimonio: idee e consigli dei flower designers

da , il

    Se immaginiamo una foto di una coppia di sposi nel giorno delle loro nozze c’è un elemento che ricorre praticamente sempre, che si tratti di un matrimonio estivo o invernale, con rito civile o religioso: i fiori sono sempre lì a decorare e fare da ambientazione di cerimonia nuziale e rinfresco. Nel vostro giorno, quello del sì, quello in cui sarete gli assoluti protagonisti della scena, gli addobbi floreali parleranno al posto vostro e ne diranno delle belle. Per questo, scegliere il bouquet perfetto, decorare la chiesa con gusto e classe, selezionare i colori più giusti per i centrotavola non è un gioco da ragazzi: la soluzione migliore è sempre quella di affidarsi ai professionisti del settore, ai wedding floreal designer, esperti che conoscono perfettamente la differenza tra un iris e una calla, che sanno consigliare la stagione giusta per utilizzare i girasoli e quella, invece, più indicata per margherite e tulipani.

    Noi non siamo dei flower designer, ma siccome ci piace molto gironzolare (online e non solo) e scovare tutte le ultime tendenze in tema di matrimoni, ecco alcune idee che vi suggeriamo per guidarvi nella scelta degli addobbi floreali perfetti per le vostre nozze. Tranquilli, ce n’è per tutti i gusti e per tutte le necessità: per chi deve decidersi solamente sul bouquet da abbinare all’abito già in lavorazione e per chi deve partire da zero e non sa che pesci prendere. Per chi si documenta e impara a memoria tutti i nomi scientifici dei fiori e chi si lascia guidare dall’istinto e non ha tempo e voglia di perdersi tra i cataloghi fotografici di addobbi per le chiese

    Fiori: si pronuncia questa parola magica e si apre un mondo di possibilità. Avete pensato a ricoprire il tappeto della chiesa di petali di rose rosa, che magicamente di alzeranno al passaggio degli sposi? O ancora: quale fiore farete indossare ai testimoni e allo sposo (in perfetto abbinamento, naturalmente)? E anche: i fiori nel centrotavola al ricevimento di che colore saranno? E per finire: il bouquet sarà “a borsetta” o “a cascata”?

    Partiamo proprio dai bouquet. La sposa, si sa, è sempre un po’ più al centro dell’attenzione nel giorno delle nozze. I dettagli devono essere studiatissimi e nulla deve essere tralasciato. Va da sé che anche il bouquet sarà parte integrante dell’immagine che la sposa offrirà di sé e dovrà quindi essere armoniosamente abbinato ad abito, acconciatura e trucco. La scelta è, fortunatamente, piuttosto ampia e variegata: si va dalle classiche calle alle più semplici margherite bianche, spaziando poi tra bouquet di rose rosa e tradizionali mazzolini di fiori d’arancio. Ma non è tutto: la tendenza è anche quella di osare – almeno nel bouquet – e di scegliere fiori insoliti e colori shocking: ecco allora bouquet di rose rosse o di girasoli (ideali per chi si sposa in estate, magari in campagna), per arrivare addirittura all’uso di mille colori o delle “estremissime” piante grasse!

    Ma al matrimonio la scelta dei fiori non si esaurisce certo con il bouquet: bisogna pensare alla chiesa, alla tavola, alla macchina della sposa, alle sedie, alle damigelle… insomma: da fare non manca. Un buon suggerimento per chi si sposa – soprattutto in primavera e in estate – in mezzo alla natura e al verde è proprio quello di adattarsi il più possibile ai colori e ai profumi suggeriti dall’ambiente circostante: il giallo dei girasoli, il verde delle erbe di campo, i profumi dei frutti di stagione fungeranno da ispirazione per addobbi e decorazioni.

    Per tutti, in ogni stagione e qualunque sia la location che farà da ambientazione alle nozze, il consiglio per il sì è uno solo: ditelo… con i fiori!

    Dolcetto o scherzetto?