Galateo matrimonio, il brindisi

da , il

    Un gesto di gioia come quello del brindisi ha le sue regole. C’è un galateo per ogni cosa, quando si parla di matrimonio. Vediamo allora insieme come poter festeggiare gli sposi seguendo l’etichetta.

    Solitamente il brindisi dà il via alla festa vera e propria. Innanzitutto deve essere il padre della sposa a parlare per primo e a proporre un brindisi agli sposi, a questo punto tocca allo sposo rispondere alzando il calice al testimone più importante, il suo.

    Non pensiate di arrivare al pranzo e sbevazzare subito liberamente: tutto questo accade dopo il taglio della torta. Ricordiamoci poi di non riempire il bicchiere fino all’orlo e non versare altro vino o spumante, se non avete consumato, o quasi, quello che avete nel calice.

    Poi lo so che viene spontaneo, ma evitate di dire “cin-cin”, parola poco raffinata nelle lingue asiatiche e, se possibile, di toccarsi con i bicchieri. Infine, la scelta del vino. Il brindisi deve essere fatto con un metodo classico o uno champagne. Quindi è rigoroso che sia un vino bianco, mosso.

    Foto tratte da

    Buttalapasta.it Sposavip.it viaggiscontatissimi.it/ zankyou.com

    Dolcetto o scherzetto?