Il matrimonio in America è un’istituzione superata

da , il

    time marriage cover

    L’America e il matrimonio. Sappiamo bene che gli Usa sono uno stato conservatore e per tanti anni le nozze hanno po’ rappresentato il simbolo di questa cultura. Oggi qualcosa è cambiato e secondo un’indagine del Time, che proprio questa settimana è in prima pagina, il 44% della gente vive con un partner senza essere convolato a nozze e soltanto il 46% degli uomini e delle donne single sogna i fiori d’arancio. Insomma, meno di 1 su 2 ha l’ambizione di recarsi all’altare per dire sì al suo amore. Oggi il 40% degli americani pensa che il matrimonio sia una pratica sorpassata ed obsoleta.

    Non so quanto l’inchiesta della giornalista Belinda Luscombe sia veritiera. Perché tempo fa un’altra indagine, di cui abbiamo anche parlato, ha confermato il dato che il matrimonio in Usa è nettamente in calo, ma la motivazione sembrava essere la crisi economica.

    Perché ci si sposa? L’89% degli interpellati nel sondaggio di Time giura di sposarsi “per amore” mentre il 51% delle coppie sposate o conviventi è convinto che il loro rapporto sia “molto più intimo e vero” rispetto a quello dei loro genitori.

    Un tempo ci si sposava per uscire di casa, oggi non è più così. Né gli uomini né le donne hanno bisogno di essere sposati per fare sesso o per avere bambini o per ambizioni professionali. Ogni cosa la si può realizzare a prescindere dello status. Ormai, soprattutto in America, la convivenza è qualcosa di normale e ufficializzato. Anche Chelsea Clinton prima di celebrare il matrimonio, proprio quest’estate, viveva con il suo attuale marito. E se guardiamo alla corona d’Inghilterra, troviamo un principe William già sotto lo stesso tetto con Kate. Qualcosa vorrà pur dire?