Il Vangelo per il matrimonio e le letture per la Chiesa

da , il

    matrimonio in chiesa. e vangelo

    Sposarsi in Chiesa vuole anche dire partecipare attivamente nella costruzione della cerimonia, che deve essere creata e pensata anche dagli sposi. La coppia infatti è chiamata a scegliere le letture ma anche le musiche e le preghiere: oggi vedremo insieme una selezione delle letture tratte dal Vangelo più amate e che possono essere scelte per la vostra cerimonia. Ricordate sempre che sposarsi in chiesa vuole dire avere un certo Credo e proprio per questo anche la scelta dei passi da leggere diventa fondamentale. Ecco le letture tratte dal Vangelo più amate.

    Alleluia, alleluia.

    Dove due o tre sono riuniti nel mio nome,

    io sono in mezzo a loro.

    Alleluia.

    Dal Vangelo secondo Matteo 18, 19-22

    Io sono in mezzo a voi

    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità vi dico: se due di voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro».

    Allora Pietro gli si avvicinò e gli disse: «Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette».

    Parola del Signore.

    Ascoltaci o signore

    Alleluia, alleluia.

    Fa’ che siano, Padre, una cosa sola,

    come tu sei in me e io in te.

    Alleluia

    Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 19, 3-6)

    Quello che Dio ha congiunto, l’uomo non separi.

    In quel tempo si avvicinarono a Gesù alcuni farisei per metterlo alla prova e gli chiesero:

    «É lecito ad un uomo ripudiare la propria moglie per qualsiasi motivo?». Ed egli rispose: «Non avete letto che il Creatore da principio li creò maschio e femmina e disse: Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una carne sola? Così che non sono più due, ma una carne sola. Quello dunque che Dio ha congiunto, l’uomo non lo separi».

    Parola del Signore

    Ascoltaci o signore

    Alleluia, alleluia

    Amatevi intensamente, di vero cuore,

    poiché siete stati rigenerati

    non da un seme corruttibile, ma immortale:

    dalla parola del Dio vivente.

    Alleluia

    Dal vangelo secondo Matteo (Mt 22, 35-40)

    Questo è il primo dei comandamenti. E

    In quel tempo, un dottore della legge, interrogò Gesù per metterlo alla prova: «Maestro, qual è il più grande comandamento della legge?». Gli rispose: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il primo dei comandamenti.

    E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso.

    Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

    Parola del Signore

    Ascoltaci o signore

    Alleluia, alleluia

    In nome mio, andate!

    Io sono con voi

    tutti i giorni della vostra vita.

    Alleluia.

    Dal Vangelo secondo Matteo 28, 16-20

    Andate e insegnate a osservare tutto ciò che vi ho comandato

    In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro fissato. Quando lo videro, gli si prostrarono innanzi; alcuni però dubitavano.

    E Gesù, avvicinatosi, disse loro: «Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

    Parola del Signore

    Ascoltaci o signore

    Alleluia, alleluia

    Chiunque ama

    è nato da Dio e lo conosce,

    perché Dio è amore.

    Alleluia.

    Dal Vangelo secondo Marco* 10, 1-12

    All’inizio della creazione li creò maschio e femmina

    Gesù si recò nel territorio della Giudea e oltre il Giordano. La folla accorse di nuovo a lui e di nuovo egli l’ammaestrava, come era solito fare.

    E avvicinatisi dei farisei, per metterlo alla prova, gli domandarono: «E lecito ad un marito ripudiare la propria moglie?». Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di rimandarla».

    Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma all’inizio della creazione Dio li creò maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e i due saranno una carne sola. Sicché non sono più due, ma una sola carne. L’uomo dunque non separi ciò che Dio ha congiunto».

    Rientrati a casa, i discepoli lo interrogarono di nuovo su questo argomento. Ed egli disse: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio contro di lei; se la donna ripudia il marito e ne sposa un altro, commette adulterio».

    Parola del Signore.

    Ascoltaci o signore