Le 7 Chiese più belle d’Italia per celebrare il matrimonio

Quali sono le Chiese più belle d’Italia per celebrare il matrimonio? Nel nostro Paese sono tantissime le architetture eleganti perfette per nozze da sogno, ma alcune si trovano anche all’interno di panorami incantevoli che le rendono le location perfette per matrimoni indimenticabili: ecco la nostra selezione

da , il

    Quali sono le Chiese più belle d’Italia per celebrare il matrimonio? Anche la scelta della location per la cerimonia religiosa ha una grande importanza, il luogo in cui viene celebrata l’unione tra due persone resterà infatti per sempre nei ricordi del giorno più bello della loro vita. In Italia sono tantissime le Chiese dalle architetture fastose ed eleganti, scopriamo insieme le location di matrimonio più belle per nozze da favola.

    San Giovanni in Ranui – Val di Funes, Alto Adige

    La Chiesetta di San Giovanni di Ranui in Val di Funes è uno dei luoghi più belli in cui sposarsi, un gioiello dell’architettura barocca costruito nel 1744 nel cuore di un panorama naturale da sogno, con alle spalle l’imponente gruppo dolomitico delle Odle. Se nella foto potete vedere gli esterni sofisticati, sappiate che anche l’interno ospita arredi sacri di grande pregio, per nozze uniche e indimenticabili.

    Chiesa di Santa Maria del Soccorso – Ischia

    A Ischia trovate invece la Chiesa di Santa Maria del Soccorso, una costruzione in stile greco-bizantino e mediterraneo collocata a picco su un promontorio che guarda al mare. La Chiesa è preceduta da un caratteristico sagrato con doppia rampa di scalini a semicerchio decorato da maiolicate policrome. Il bianco della facciata è spezzato dal portale in pietra grigia del XVII secolo, mentre l’interno è più semplice ma sempre molto raffinato. Il luogo perfetto soprattutto per nozze al tramonto.

    Chiesa di San Gaudenzio – Lago Maggiore, Baceno

    La Chiesa di San Gaudenzio presso il Lago Maggiore si trova nel punto in cui le valli Antigorio, Formazza e Devero si uniscono, una struttura collocata su uno sperone roccioso che guarda a un panorama spettacolare. L’architettura esterna è realizzata in stile romanico e risale al IX secolo, il rosone che si trova sul portone d’accesso è invece del XVI secolo e negli interni troverete numerosi affreschi completati nello stesso periodo e restaurati in tempi più recenti.

    Chiesa della Madonna delle Grazie – Procida, Napoli

    Una delle Chiese più suggestive d’Italia è la Chiesa della Madonna delle Grazie a Procida, sorta nel 1679 nel sito in cui era già presente una piccola cappella di culto della Madonna delle Grazie. La struttura è quella tipica dell’età barocca a croce greca, con all’interno stucchi settecenteschi e tele pregiate che raffigurano la Vergine, mentre la sua cupola esterna più caratteristica è stata realizzata agli inizi del XX secolo.

    Santuario della Madonna del Sasso – Boleto

    La Chiesa del Santuario della Madonna del Sasso è un’altra location tra le più prestigiose d’Italia e anche in questo caso il panorama naturale che la circonda gioca un ruolo di primo piano. Il Santuario sorge a oltre 600 metri di altezza, la Chiesa fu completata alla metà del XVIII secolo ed ha forma interna a croce greca con decorazioni in stile barocco. Gli affreschi e le architetture all’interno sono opera del pittore e architetto Lorenzo Peracino e il complesso è stato del tutto restaurato nel 1998.

    Santuario della Madonna della Corona – Spiazzi, Verona

    Incastonato in una parete rocciosa a 774 metri a strapiombo, il Santuario della Madonna della Corona è stato quasi completamente scavato nella roccia ed è accessibile per mezzo di due scalinate. La prima Chiesa venne inaugurata nel 1530 ma nel 1625 divenne santuario e successivamente fu ampliata. Per la sua struttura esterna e interna, è una delle Chiese più belle d’Italia da visitare e ovviamente in cui celebrare un matrimonio.

    Chiesa della SS. Annunziata – Vico Equense, Napoli

    Anche la Chiesa della SS. Annunziata a Vico Equense sorge su un promontorio che guarda al mare, una struttura nella cornice del Golfo di Napoli e della Costiera Amalfitana che conquista al primo sguardo. Si trova sul sito dell’antico tempio di Cibele distrutto nel 1133 e la facciata ha elementi gotici con l’aggiunta di decorazioni e stemmi marmorei preziosi.

    Dolcetto o scherzetto?