Le partecipazioni di matrimonio

da , il

    Le partecipazioni di matrimonio sono fondamentali per comunicare agli inviati data, luogo e ora della cerimonia e del ricevimento.

    Anche in questo caso ci sono comunque degli accorgimenti da tenere ben presenti.

    Vanno spedite almeno un mese prima del giorno delle nozze e gli indirizzi sulla busta vanno scritti a mano con caratteri chiari e in corsivo. Scegliete un inchiostro stilografico nero, se avete scelto caratteri in grigio o nero per gli inviti; preferite invece l’inchiostro seppia avete utilizzato un cartoncino avorio.

    Le persone che prenderanno parte anche al ricevimento riceveranno, oltre all’invito in chiesa, anche il cartoncino più piccolo con le indicazioni del ristorante o del luogo della cena. La partecipazione alla cerimonia può essere inviata anche da sola alle persone con cui avete meno confidenza ma che comunque vi fa piacere avere solo in chiesa.

    Come da tradizione gli invitati confermeranno la loro presenza con una telefonata, un biglietto o un telegramma.

    Tradizionalmente sono i genitori degli sposi ad annunciare il matrimonio dei figli. Molto spesso ultimamente questa formula è considerata un po’ antiquata e quindi si decide di annunciare il matrimonio con una formula più semplice in cui sono compresi solo gli sposi.

    Ci sono invece alcune situazioni che impongono che siano gli sposi ad annunciare il lieto evento a parenti e amici:

    - uno o entrambi gli sposi sono alla seconda esperienza matrimoniale;

    - gli sposi non sono più giovanissimi;

    - uno degli sposi è orfano di entrambi i genitori;

    - gli sposi già convivono già da tempo.

    In questo caso in alto a sinistra va il nome della sposa e in alto a destra quello dello sposo, con la classica formula sono lieti di annunciare il loro matrimonio; dettagli della cerimonia, indirizzi di entrambi e in basso al centro l’indirizzo della casa in cui vivranno dopo il matrimonio.

    Per il carattere, il colore e il tipo di carta potrete scegliete tra un’infinità di proposte: io consiglio di rimanere sul classico stile inglese in grigio o nero. Evitate foto, disegnini e stranezze varie più adatte a situazioni goliardiche e non certo ad un matrimonio.

    Dolcetto o scherzetto?