Location matrimoni: sposarsi nei siti archeologici più belli della Grecia ora è possibile

da , il

    Sarà colpa della crisi economica ma, il Governo di Atene, ha deciso di introdurre tra le location per matrimonio più suggestive anche le antiche rovine greche. Sappiamo che il Paese non se la passa bene e fare cassa è l’obiettivo primario di questa scelta: saranno però contenti gli sposini che ora potranno unirsi in matrimonio in luoghi da favola che fino ad oggi erano stati inaccessibili. Pagando in contanti tutti possono affittare queste location da sogno, sia per sposarsi ma anche per girare un film o per qualsiasi altra motivazione.

    Prima della decisione del Governo era praticamente impossibile avere a disposizione queste location considerato che la richiesta andava inoltrata al Consiglio Centrale di Archeologia, molto rigido sulla questione.

    In tutti questi anni si contano sulle dita di una mano le persone che hanno avuto accesso esclusivo all’aera, come il regista greco canadese Nia Vardalos e Francis Ford Coppola, che hanno potuto girare alcune scene dei loro film sull’Acropoli.

    Dal mese di dicembre 2011, per la precisione, il governo ha invece deciso di aprire a tutti questi bellissimi siti archeologici.

    Un sogno che si realizza per tutti coloro hanno sempre sognato il matrimonio in un luogo unico e inaccessibile, come la coppia che ha deciso di sposarsi in fondo al mare.

    Affittare l’Acropoli (suona strano ma è proprio così) ha un costo di 1600 euro al giorno. Tutti gli ospiti però dovranno sottostare a rigide regole per evitare di sporcare e rovinare l’area.