Matrimoni gay a Milano celebrati da una donna prete

da , il

    matrimonio gay 21 maggio milano

    Saranno celebrati a Milano i primi matrimoni gay da un prete donna. Le cerimonie sono fissate per il 21 maggio e avranno il rito anglicano vetero-cattolico. A officiare sarà Madre Maria Vittoria Longhitano, parroca anglicana di Milano. Direi che si tratta di un evento che lascerà il segno oltre al fatto che probabilmente ci saranno tantissime polemiche, nonostante queste nozze non abbiano valore legale e non siano un vero matrimonio, ma solo una Benedizione d’Unione. La location sarà una villa privata, perché nessuna chiesa si è offerta di ospitare l’unione delle due coppie gay.

    I protagonisti di questa specialissima benedizione sono Agnese Cighetti e Letizia Torrisi, 30enni, e Carmelo Mazzeo, 41 anni, e Paolo Cenni, 33. Letizia ha dichiarato “Siamo cristiane: per noi è importante giurarci amore eterno di fronte a Dio e alla comunità”. La fede quindi prima di tutto, tant’è che entrambe le coppie voglio creare una famiglia in nome dell’amore.

    Come detto questi matrimoni non hanno valore legale, ma possono essere trascritti nei registri civili di alcuni Paesi, quelli in cui il matrimonio gay è accettato, come la Spagna, dove la coppia di donne, ha intenzione di recarsi per fare la fecondazione assistita.

    E il viaggio di nozze? In Italia non esiste il matrimonio gay e di conseguenza neanche la licenza matrimoniale. “Dovremo rimandarlo: non avere pari diritti e significa anche non avere i 15 giorni di licenza matrimoniale”, si lamenta Carmelo. Insomma, c’è ancora tantissima strada da fare.