Matrimoni gay, è boom a New York

da , il

    matrimonio gay boom a new york

    Mentre in Italia impazza la polemica sui matrimoni gay, a New York è boom di nozze tra persone dello stesso sesso. Nel primo anno in cui i matrimoni gay sono stati approvati, lo Stato di New York ha infatti rilasciato ben 8.200 licenze di matrimonio. Ovviamente questo boom va di pari passo con un introito economico molto importante per la città: si parla infatti di 259 milioni di dollari. Sono state tantissime le coppie che finalmente si sono potute giurare amore eterno in tutto lo Stato di New York, che circa un anno fa aveva dato il via ai matrimoni gay.

    Boom di matrimoni gay a New York

    Soddisfatto del nuovo clima che si respira nello stato di New York anche il sindaco Michael Bloomberg. Bloomberg ovviamente apprezza anche il grandissimo introito monetario che la novità ha portato nelle casse dello stato. “La parità nel matrimonio ci ha reso un città più aperta e libera, e ci ha aiutato – conclude Bloomberg – a creare posti di lavoro”. Nell’ultimo anno a New York, i matrimoni gay sono stati addirittura più del 10 per cento dei 75mila matrimoni celebrati nello Stato: questi eventi hanno visto la presenza di più di 200mila ospiti.

    Nozze gay, per Cameron vietarle è un errore

    In questi giorni si fa un gran parlare di nozze gay anche nel Regno Unito dove il Primo Ministro Cameron ha detto senza mezzi termini: “E’ una cosa in cui credo appassionatamente. Se il matrimonio va bene per me, il matrimonio deve andar bene per tutti e noi faremo una legge in proposito”. Nel frattempo in Scozia si sta già per votare la norma. “La chiesa di Inghilterra si deve svegliare” sul matrimonio gay, dice Cameron. Il primo ministro ha fatto sapere che il suo governo è intenzionato a varare una norma per i matrimoni fra persone dello stesso sesso entro il 2015. Anche in Scozia qualcosa si sta muovendo, dato che il vice primo ministro Nicola Sturgeon ha che il governo scozzese nelle prossime ore presenterà in parlamento una proposta di legge sulle nozze gay.

    Nozze gay, la situazione in Italia

    In Italia invece si respira un’altra aria. “Una volta c’era la schiavitù ed è stata abolita, c’era la discriminazione dei neri. Errori della storia. La stessa cosa per il matrimonio gay. Quando verrà approvato in tutto il mondo, sarà un errore della storia. E non sempre quello che la maggioranza decide è giusto”. Lo ha dichiarato Carlo Casini, eurodeputato dell’Udc, a La Zanzara su Radio24. “Se davvero in questo momento tutti nel mondo diventassero omosessuali ci sarebbe un effetto simile alla bomba atomica, sarebbe l’ultima delle generazioni a meno che non si ricorra a un’altra cosa negativa come la provetta. Finirebbe tutto”. Parole fin troppo chiare che ben sottolineano quello che molte persone pensano in Italia. Fortunatamente però, non tutti.