Matrimoni gay: la premier islandese sposa la sua compagna

da , il

    Lesbo topper

    Un altro tassellino in tema di nozze gay è stato posato in Islanda. Proprio in questo piccolo paese è stata approvata la legge che consente di celebrare matrimoni omosessuali. Per l’inaugurazione, un evento davvero speciale. La premier islandese Johanna Sigurdardottir, eletta primo ministro da circa un anno e mezzo, ha sposato ufficialmente la sua storica compagna, Jonina Leosdottir. Ovviamente tutto è stato molto sobrio, anche perché le due donne erano già unite dal 2002 con patti civili.

    La legge sancisce che le unioni civili omosessuali, che da anni fanno parte della cultura islandese (da noi sono falliti i celebri Dico), si possano trasformare con due sole firme in un normale matrimonio religioso. Lo hanno dimostrato ufficialmente la premier e sua moglie.

    In Europa, l’Islanda non è il primo in cui sono legittimati matrimoni gay: la prima al mondo, nel 1989, è stata la Danimarca, dieci anni dopo in Francia sono nati i Pacs, mentre in Olanda sono arrivate le nozze gay nel 2001. Ma una legge c’è anche in Finlandia, in Norvegia, in Svezia e in diversi stati americani.

    Johanna Sigurdardottir non è al primo sì. È già stata precedentemente sposata con il marito da cui ha avuto due figli. L’amore per Jonina, autrice e sceneggiatrice più giovane di dodici anni, dura da tantissimi anni. L’ha incontrata infatti subito dopo il divorzio.

    Foto tratta da gayweddings.com

    Dolcetto o scherzetto?