Matrimoni in Arabia Saudita, no a sposi con disturbi mentali

da , il

    matrimonio saudita

    L’amore supera ogni confine, ma ci pensa la legge a mettere dei veti. No ai matrimoni in cui i partner hanno dei disturbi mentali, di qualsiasi tipo. Il veto arriva dall’Arabia Saudita che, dopo l’obbligo di esami medici per assicurare il buono stato di salute dei futuri coniugi, intende imporre anche test psichiatrici obbligatori per le coppie che vogliono convolare a nozze. In Italia non c’è nessun obbligo, ma come sapete sono diversi gli esami che i partner a volte fanno per dimostrare all’altro la buona salute e anche la possibilità di avere figli. Oggi, le nozze nel Paese non sono più combinate, ma in Arabia Saudita la situazione è decisamente diversa, ci sono ancora degli obblighi formali molto impegnativi.

    Il consiglio della Shura del regno ultra-conservatore sta considerando una nuova proposta di legge in merito in seguito alle raccomandazioni formulare dall’Associazione saudita per i malati di schizofrenia. Il progetto di legge prevede che tutte le coppie che vogliono sposarsi si sottopongano a test psichiatrici prima del matrimonio.

    La stampa locale ricorda che in questo momento, da ben cinque anni, la legge impone ai futuri coniugi di effettuare prima delle nozze tutta una serie di esami medici, ma non psicologi. La proposta di legge sarà discussa alla riunione della Shura della prossima settimana.

    Insomma le garanzie sono davvero molto impegnative tant’è che per il Consiglio, “sia il futuro marito che la moglie non dovrebbero presentare malattie psichiche, ma neanche fisiche, prima del matrimonio”.