Matrimoni sfarzosi, vietati in Afghanistan

da , il

    nozze Afghanistan

    Matrimoni sfarzosi sono stati vietati. Il no drastico arriva dalle autorità dell’ Afghanistan che ha deciso di porre rimedio a una tradizione che mette gli sposi sul lastrico. Il governo sta studiando una nuova legge per fermare quella che nel paese sembra diventata una vera e propria gara alle nozze più costose. Sappiamo bene che sposarsi costa caro, ma non per questo bisogna indebitarsi o ridursi in povertà per esprimere una ricchezza che in realtà non si possiede. In Afghanistan sono state bandite danze e musica perché ritenute contrarie alla sharia.

    Tenete conto che qui i matrimoni costano, per alcuni, migliaia di dollari. A noi può anche sembrare poco (in Italia la cifra è di circa 20 mila euro), ma lì il reddito medio è di circa 400 dollari. Il ministro della Giustizia Habibullah Ghaleb ha dichiarato: ”I matrimoni sono diventati una gara, nessuno vuole arrivare ultimo, la gente esibisce i suoi soldi dando da mangiare a centinaia d’invitati in costose sale per ricevimenti”.

    Non è stato l’unico a esprimersi su questa tradizione, anche il portavoce del ministero ha spiegato che i dettagli del divieto sono ancora da definire, ammettendo le difficoltà di fare rispettare la legge visto che i matrimoni in grande stile sono molto radicati nella cultura afghana.

    Tenete conto che ci sono famiglie che per l’occasione chiedono dei mutui anche di 10mila dollari, per ospitare circa 600 invitati.

    Dolcetto o scherzetto?