Matrimonio civile, i documenti per le nozze

da , il

    Avete deciso se sposarvi in comune o in chiesa? Noi vi abbiamo dato delle possibili varianti per studiare le soluzioni più adatte a voi e alle vostre esigenze. Oggi facciamo un semplice punto di carattere burocratico per il matrimonio civile: quali documenti servono? Non sono molti, ma vanno rispettati i tempi. Inoltre, servono anche in caso di matrimonio religioso. Mi raccomando prendete appunti perché bisogna muoversi in modo tempestivo affinché sia tutto in ordine. La prima cosa da procurarsi è l’autocertificazione: è una dichiarazione in carta semplice o su un apposito modulo completa delle vostre generalità, da sottoscrivere all’Ufficio civile del comune di residenza.

    Ci vogliono circa due mesi. Con questa certificazione dovete richiedere un appuntamento per lo scambio del consenso. Lo scambio del consenso è invece l’atto con cui si formula la volontà libera di sposarsi. Potrà esserci un solo testimone e un genitore, tutti con documento di identità valido.

    Le pubblicazioni: in questo atto sarà indicato il luogo dove vi sposerete e le vostre generalità. Tutti conosceranno il vostro desiderio di sposarvi e chiunque voglia impedirvelo potrà farsi avanti. Sembra la scena del film, ma serve anche a questo. Immaginiamo una persona bigama.

    Infine, il nullaosta. Trascorso il tempo necessario per le pubblicazioni, otterrete in nullaosta o il certificato delle avvenute pubblicazioni civili. Da questo momento potrete sposarvi entro 180 giorni, altrimenti dovrete rifare la pratica.

    Foto tratte da

    blogmatrimonio.it

    ricevimentiaposillipo.it

    davenezia.it

    passioneventi.it

    Dolcetto o scherzetto?