Matrimonio, cosa porta fortuna e cosa no

da , il

    Illustrazione di Alessandra Ceriani per gentile concessione di “Vogue Sposa” Ed.Condenast.

    Siete scaramantiche? Temete che qualche gesto del destino possa cambiare il sogno della vostra vita? Ma no. Non abbiate timore di queste sciocchezze. In questo post vi faccio un piccolo elenco di cose che portano bene e di altre che invece una sposa dovrebbe evitare.

    Iniziamo con la sfortuna, così poi possiamo concentrarci sulle cose belle.

    Quella del vestito è risaputa. Lo sposo non deve vedere l’abito (ma neanche immaginarlo) e non deve dormire la notte prima della cerimonia, o anche solo passare la serata, in compagnia della sua promessa. E’ difficile separarsi, proprio alla vigilia di un evento così importante.

    Bisogna evitare di acquistare fedi nuziali e anello di fidanzamento nello stesso momento, prima cosa non è carino indossare i due anelli insieme, potrebbe essere frainteso come un gesto di superbia e poi non si sa mai… In Italia non ci si sposa né di Venere né di Marte, anche se Venere è la dea dell’Amore e dell’Armonia.

    Porta bene, invece, che la sposa porti con sé alcune cose il giorno del matrimonio: una cosa prestata, una cosa regalata, una cosa nuova, una cosa blu e una cosa vecchia. Sono simboli dell’amicizia, dell’affetto di chi ci sta accanto e di chi abbiamo amato. Il blu significa purezza.

    Infine, la classica “Sposa bagnata sposa fortunata”. So bene che la pioggia non è una benedizione per nessuno, soprattutto se il matrimonio è stato organizzato all’aperto, ma l’acqua simboleggia fortuna e abbondanza.

    Dolcetto o scherzetto?