Matrimonio solidale UNICEF: la scelta di Benedetta

da , il

    Sono sempre più le coppie che scelgono di adottare per il loro giorno speciale la scelta del matrimonio solidale. Una scelta consapevole che rende il giorno del sì, un atto d’amore che va ben oltre il legame fra le due persone. La redazione di Pourfemme ha intervistato Benedetta che grazie all’aiuto di Unicef, è riuscita a rendere ancora più speciale il giorno del suo matrimonio.

    - Come è nata l’idea di un matrimonio solidale?

    L’idea di un matrimonio solidale rientra a pieno nel nostro stile di vita, nel nostro tempo libero ci dedichiamo ad attività di volontariato di diverso tipo. E’ stato naturale, nel momento del nostro matrimonio, pensare a delle bomboniere solidali. Ci piaceva lanciare uno spunto di riflessione nei nostri invitati e pensare a chi è più piccolo e indifeso.

    - Quanto questa scelta ha arricchito il vostro “giorno speciale”?

    L’idea delle bomboniere solidali ha sicuramente arricchito il nostro giorno speciale perché ci ha permesso di porre l’attenzione su tanti bambini e bambine che vivono in condizioni di difficoltà.

    - Quali e quante difficoltà avete incontrato (se ne avete incontrate)?

    Non abbiamo incontrato difficoltà.

    - I vostri invitati erano contenti della scelta fatta?

    Assolutamente sì, l’idea di condividere un momento di gioia così bello e importante anche con chi è in difficoltà è stato molto apprezzato dai nostri invitati.

    - Su cosa è ricaduta la vostra scelta? (bomboniere, confetti ecc.)

    Abbiamo scelto le bomboniere UNICEF, in particolare il sacchettino della linea VOLO a sostegno della campagna sulle vaccinazioni.

    - La consigliereste ai vostri amici e non per il loro matrimonio?

    Assolutamente sì! Andare contro corrente a uno stile consumistico ed avere la possibilità di sostenere progetti importanti che aiutino effettivamente le persone che ne hanno bisogno è un messaggio fondamentale da lanciare.

    Contenuto di informazione pubblicitaria