Matrimonio tra ex condannati a morte a New York

da , il

    Matrimonio condannati a morte

    Finalmente si sono sposati dopo aver vissuto un incubo: Peter Pringle, 73 anni e Sonia Jacobs di 64 sono due ex detenuti del braccio della morte e si sono conosciuti nel corso di una conferenza organizzata da Amnesty International sull’abolizione della pena di morte. Entrambi hanno vissuto un incubo ma ne sono usciti: sono infatti stati condannati entrambi a morte ingiustamente e detenuti nel carcere per 15 anni. “Abbiamo entrambi vissuto un incubo, ora è arrivato il momento di vivere la nostra favola” hanno giustamente e comprensibilmente dichiarato i due al New York Times.

    Sonia Jacobs, detta Sunny, è stata condannata a morte negli Stati Uniti insieme al marito nel 1976 con l’accusa di avere ucciso due poliziotti. E’ però stata scagionata nel 1992 quando il vero assassino aveva confessato ma il marito era già stato giustiziato.

    Peter Pringle, come la neo sposa, è stato accusato dell’omicidio di due agenti di polizia, ma la sua condanna è stata annullata per un grave vizio di forma: è uscito dal carcere è uscito nel 1995, dopo 15 anni in prigione.

    I due si conoscono e si innamorano nel 1998, durante una conferenza organizzata in Irlanda da Amnesty International, a favore dell’abolizione della pena di morte nel mondo. I due sentono subito che qualcosa di molto forte li unisce: passare 15 anni in carcere non è cosa frequente e i due cominciano a vedersi sempre più spesso finchè non nasce l’amore.

    Ora si sono sposati, lo scorso 13 novembre a New York, realizzando il loro insperato desiderio di una vita diversa. I due ora si dicono sereni e finalmente possono ricominciare a vivere pieno la loro vita anche se nessuno ovviamente potrà restituire loro i 15 anni passati in carcere.