Per i problemi matrimoniali, arriva anche in Italia il divorce planner

da , il

    divorce planner anche in italia

    Dopo il weddin planner, per tutti coloro che stanno affrontando un divorzio, arriva anche il divorce planner, che è un figura, ovviamente, nata in America. Ma di cosa si occupa un divorce planner? Come dice il nome è un professionista che pianifica il vostro divorzio e che occuperò di tutto. Dalle liste della divisione dei beni, agli appuntamenti per rimuovere i tatuaggi che vi ricordano l’ex ma si occupa anche di tentare la riconciliazione, prima di procedere per le vie legali.

    La prima società in Italia ad occuparsi di divorzi è la ‘Eventi matrimoni ligure‘, che si avvale ovviamente di un wedding planner, dato che il lavoro maggiore è quello di organizzare matrimonio ma che mette a disposizione dei clienti anche un divorce planner, che vi seguirà passo per passo per aiutarvi ad affrontare questo momento e a rifarvi una vita il prima possibile.

    Una professione che potrebbe avere molto successo, anche secondo i dati dell’Istat. Pensate che nell’ultimo rapporto si è evidenziato come nel 1995 ogni 1.000 matrimoni ci sono state 158 separazioni e 80 divorzi, nel 2009, 297 separazioni e 181 divorzi, mentre l’età media di chi si separa è di 47 anni per i mariti e 43 anni per le mogli.

    Un modo per ricominciare con l’aiuto di un esperto che curerà anche il vostro look: pensate che moltissime persone organizzano anche delle vere e proprie feste di divorzio, proprio come succedeva ai Sumeri e agli Ebrei. Anche nelle zone del Sahara le donne lasciate dai mariti festeggiano la libertà riconquistata con balli e canti.

    Ma sono più le donne o gli uomini a chiedere aiuto al divorce palnner? Secondo una recente indagine, il 30% dei clienti di ‘Ciao Amore’, la prima agenzia vera e propria di divorzio a Roma, sono uomini. “Segno dei tempi che cambiano – dice Milena Stojkovic, titolare dell’agenzia – Gli uomini normalmente sono meno propensi a chiedere un aiuto esterno ma la società non è più la stessa, anche la legislazione sul divorzio sta mutando e si inizia a dare più attenzione anche ai padri divorziati e alle loro esigenze”.