Quando il galateo è superato dalla moda

da , il

    Il matrimonio di Briatore

    La tradizione è andata con le gambe all’aria negli ultimi anni. La moda per il matrimonio ha portato così tante novità da rivoluzionare totalmente la visone religiosa e classica della sposa eterea. I cambiamenti di stile hanno “violato” (ovviamente si fa per dire) il galateo. Vediamo in che modo e se ci sono cose così interessanti per cui vale la pena voltare le spalle alla tradizione. Iniziamo dal look di sposa e sposo. Si sa che lei deve indossare un abito bianco. Il colore rappresenta la verginità e la purezza.

    Ora la maggior parte delle spose arriva all’altare dopo aver avuto più di un fidanzato, in alcuni casi si convive da anni e di conseguenza il concetto di verginità è stato superato (pensiamo alle spose incinte). Ecco quindi che il colore è diventato preponderante: dal rosso al nero. Gli inserti sono molto belli, ma i total color sono un po’ pesanti e poco eleganti.

    Gli abiti vengono sempre indossati senza calze, soprattutto in estate. Le spose dovrebbero indossarle sempre, velatissime e impalpabili anche per un matrimonio celebrato con il caldo. Veniamo allo sposo. Le nozze di Briatore hanno un po’ sconvolto l’idea di classe. Ricordiamoci che lui non si deve cambiare vestito per la festa, non deve indossare lo smoking e non deve avere i mocassini. Avete presente Flavio Briatore, ecco no e poi ancora no.

    Il galateo vorrebbe lui vestito con un abito a 3 pezzi con il gilet, anche questo è totalmente superato.

    Dolcetto o scherzetto?