Sposa indiana scappa dal marito la prima notte di nozze: la nuova casa non era dotata di bagno

da , il

    sposa indiana scappa di casa

    Oggi vi raccontiamo una storia che può sembrare buffa ma in realtà, quello della sposina indiana che è scappata di casa la prima notte di nozze, è in tutto e per tutto un forte “gesto rivoluzionario”. Una storia che è stata raccontata dall’agenzia di stampa indiana Ians. Anita Bai si è ribellata al marito indiano; sappiamo che in India moltissimi matrimoni sono combinati e la donna ha deciso di scappare di casa una volta che si è accorta che nella nuova abitazione non c’era il bagno e che lei sarebbe stata costretta a fare i suoi bisogni all’aperto.

    A dire la verità in India questa pratica è comune, soprattutto nello stato meridionale del Madhya Pradesh, a 660 milioni di indiani.

    Ovviamente però in questo modo viene ferita la dignità femminile e la donna è costretta a mostrarsi in un momento così intimo.

    La ragazza, la prima notte di nozze, si è rifiutata di fare i suoi bisogni all’aperto come le altre donne della famiglia del marito. Il suo rifiuto è stato visto come un gesto molto importante per rivendicare la dignità femminile.

    L’associazione Sulabh International, che si impegna per l’emancipazione degli “intoccabili” impiegati a pulire le latrine, ha assegnato alla donna un premio in denaro di 500 mila rupie, circa 7.700 euro.

    Bindeshwar Pathak, medico bramino che da 40 anni cerca in India di diffondere la “cultura” del gabinetto per combattere le malattie e per aiutare la dignità femminile ha descritto la donna come una “moderna rivoluzionaria”.