Sposarsi allo stadio: dove è possibile e quanto costa [FOTO]

da , il

    Sposarsi allo stadio? Idea geniale soprattutto per gli uomini che non vogliono rinunciare alla loro passione anche in un giorno importante come quello delle nozze: forse le loro sposine saranno un po’ meno contente ma pare che questa novità stia avendo un grande successo. Sono sempre di più infatti i Comuni che stanno pensando di offrire gli stadi cittadini per i matrimoni. Hanno cominciato a Genova dove, con 600 euro ci si può sposare allo stadio Marassi. Anche il Comune di Torino sta pensando di concedere lo stadio Olimpico per la celebrazione dei matrimoni.

    Sposarsi allo stadio di Genova

    Sposarsi allo stadio? Ora è possibile, ed in particolare è possibile farlo allo stadio di Marassi. La delibera è arrivata dalla giunta comunale di palazzo Tursi: moltissimi i cittadini che negli anni passati avevano chiesto la possibilità di sposarsi allo stadio e la giunta ha così deciso di accontentarli. “Abbiamo accolto una richiesta che ci è stata presentata già in più occasione da diversi cittadini – sottolinea l’assessore ai servizi demografici Paolo Veardo – ora dovrà essere stilato un calendario per stabilire in quali date è possibile usufruire di questo servizio, perché evidentemente nei giorni delle partite è escluso, vedremo comunque con Sportingenova le disponibilità”. Le celebrazioni saranno fatte solo con il rito civile e alcuni locali all’interno dello stadio sono stati riconosciuti come casa comunale. In particolare ci si potrà sposare sotto la tribuna d’onore: con 600 euro i fans di questo sport potranno convolare a nozze nel tempio del calcio. Ma non solo: potranno anche essere utilizzati dei locali all’interno dello stadio per il rinfresco dopo le nozze e la giunta non esclude, prima o poi, di permettere anche la celebrazione delle nozze sul prato verde di Marassi: “Vedremo, tutto sta al buon senso delle persone – sottolinea Veardo – è evidente che se c’è una festa con 300 invitati non potranno girare in lungo e largo sul prato, ma per la foto degli sposi sul prato non dovrebbero esserci problemi”. Un bellissimo regalo per gli abitanti di Genova ma soprattutto per i grandi tifosi di calcio che da sempre sognano di celebrare un matrimonio così originale…forse un po’ meno le loro consorti!

    Sposarsi allo stadio Olimpico di Torino

    Buone notizie anche per i torinesi: il Comune infatti sta valutando se mettere a disposizione anche lo stadio Olimpico per le nozze. Questa idea rientra in un progetto più ampio che aprirebbe agli sposi anche nuove location per le nozze. “Stiamo pensando di offrire la possibilità di sposarsi allo stadio Olimpico” ha detto l’assessore allo Sport e ai Servizi civici Stefano Gallo. “Prima sonderemo se c’è una reale domanda, ma l’impianto è a disposizione: non sappiamo ancora, naturalmente, a che prezzo”. Ricordiamo che a Torino è già possibile sposarsi in location eccezionali come Sala Marmi, una delle più belle stanze di Palazzo Civico, la Mole Antonelliana, il circolo di canottaggio Cerea e il giardino d’ispirazione medioevale di Palazzo Madama, che è stato inaugurato a marzo 2011. Per ora non sappiamo ancora nulla sui prezzi di una cerimonia allo stadio Olimpico: pensate che per sposarsi alla Sala Marmi di Palazzo civico servono 800 euro, 2mila euro per la Mole Antonelliana e il Teatro Carignano, così come per Giardino delle Delizie del Borgo Medievale e per il Museo del Risorgimento. “I matrimoni aulici danno agli sposi l’opportunità unica di celebrare e vivere un giorno molto importante in ambienti di grande suggestione e fascino – ha detto l’assessore Gallo – questo affitto consente al Comune e a coloro che in accordo con noi le mettono a disposizione, Fondazione Torino Musei o Museo del Cinema, di ottenere un’entrata sul bilancio. Operazione che di questi tempi è assolutamente rilevante”.