Tradizioni per il matrimonio: le curiosità che non ti aspetti

Tantissime le tradizioni legate al matrimonio, alcune date per scontato ma che hanno una storia molto antica. Ecco alcune delle curiosità più interessanti legate alle nozze, dalle tradizioni sul lancio del riso, sul bouquet o le fedi nuziali, a quelle che riguardano la luna di miele, le bomboniere e non solo

da , il

    Non tutti conoscono le tradizioni per il matrimonio, alcune hanno una storia molto antica e nascondono curiosità davvero interessanti. Dalle tradizioni legate alle fedi nuziali, al bouquet o al velo della sposa, a quelle sulla luna di miele, le bomboniere e il lancio del riso, ecco tutte le curiosità che non ti aspetti sul matrimonio.

    La tradizione delle fedi

    Le fedi nuziali sono parte integrante della cerimonia religiosa e civile, ma qual è la storia di questa tradizione? Pare che l’uso delle fedi nei riti nuziali risalga agli antichi egizi: gli studiosi affermano che gli egizi credevano di aver individuato una vena in particolare, che partendo dall’anulare sinistro arrivava al cuore, ed erano convinti che a questa vena fossero collegati i sentimenti umani. Gli antichi romani usavano scambiarsi anelli di ferro, anelli che però all’inizio venivano indossati solo dagli uomini, ma la tradizione dello scambio degli anelli esisteva anche tra le popolazioni barbariche. Il nome fedi deriva dal latino “fides”, che vuol dire fedeltà.

    Portare la sposa in braccio

    Un’altra tradizione importante legata alle nozze è quella di portare la sposa in braccio sulla soglia al suo primissimo ingresso nella casa che i coniugi divideranno per il resto della loro vita. Da cosa deriva questa tradizione? Si pensava in antichità che le divinità potessero manifestare il loro essere favorevoli o contrarie alle nozze proprio nel momento in cui la sposa varcava la soglia di casa. Per ovviare quindi al pericolo che cadesse, lo sposo la prendeva in braccio “aiutando” così la propria sorte.

    La luna di miele

    Sicuramente vi siete chiesti almeno una volta perché si dice “luna di miele” per indicare il periodo subito dopo le nozze in cui gli sposi si godono i primi giorni insieme durante una vacanza. L’espressione risale all’antichità romana e alle tradizioni del Nord Europa: il termine “luna” faceva riferimento al primo mese di matrimonio, il mese lunare appunto, periodo durante il quale era usanza che gli sposi consumassero idromele ogni giorno.

    La tradizione delle bomboniere

    Regalare le bomboniere a ospiti e testimoni è una tradizione che nessuno mette in discussione, ma da cosa è nata? La tradizione delle bomboniere ha preso piede in Francia: il termine deriva dal francese “bombinniere”, ed era usanza in Francia nel ‘700 regalare durante un matrimonio una scatoletta di bon bon, piccole golosità, agli ospiti. Considerate per lungo tempo semplici scatole portafortuna, le bomboniere si sono poi evolute fino ai regali veri e propri fatti in tempi moderni, e spesso molto preziosi.

    La tradizione del velo nuziale

    La tradizione del velo nuziale risale al mondo antico e aveva diversi significati. Nell’antica Roma, la sposa indossava il velo in segno di vittoria, in quanto era riuscita a resistere ai desideri carnali e aveva conservato la sua verginità. Ben più pragmatico l’uso del velo nel caso dei matrimoni combinati, la regola nel medioevo e anche prima: il velo nascondeva il viso della sposa così che lo sposo non potesse avere ripensamenti prima della cerimonia. Ma esiste una tradizione secondo la quale il velo protegge la sposa dagli spiriti maligni e dalla sfortuna.

    La tradizione del bouquet

    Perché la sposa ha il bouquet? Per risalire agli inizi di questa usanza dobbiamo arrivare sino agli arabi, che secondo la propria tradizione, ornavano la sposa con candidi fiori d’arancio come augurio di avere una prole numerosa. Oggi ci sono diverse regole per scegliere i fiori del bouquet da sposa, ma all’inizio il bouquet era costituito unicamente dai fiori d’arancio.

    Sposa bagnata, sposa fortunata

    La frase tradizionale “sposa bagnata, sposa fortunata” è legata al mondo contadino in particolare. La pioggia infatti era importantissima nei tempi in cui tutta l’economia rurale e cittadina dipendeva dalla fertilità dei campi. Per questo, nel caso malaugurato in cui piovesse il giorno delle nozze, si cercava con questo motto di vedere il bicchiere mezzo pieno.

    La tradizione del lancio del riso

    A cosa è legata la tradizione del lancio del riso dopo un matrimonio? Pare che l’usanza abbia origini cinesi, ma in generale il riso è simbolo di abbondanza e prosperità, lanciarlo equivale ad augurare felicità e soddisfazioni agli sposi. Scopri anche le 10 tradizioni sul matrimonio più bizzarre.