Tutto quello che c’è da sapere sul matrimonio cattolico

da , il

    OLYMPUS DIGITAL CAMERA

    Il matrimonio cattolico, che una volta era l’unica scelta per la maggior parte degli sposi, oggi torna ad essere una celebrazione molto sentita anche dai giovani che si giurano amore eterno. Tutti i matrimoni celebrati con rito religioso cattolico producono anche effetti civili e proprio per questo motivo, alla fine della cerimonia, il prete dovrà anche leggere agli sposi e ai testimoni gli articoli del codice civile che regolano le nozze. Il matrimonio cattolico è quindi in realtà un matrimonio Concordatario perchè si basa su un Concordato tra lo Stato Italiano e la Chiesa Cattolica.

    I documenti per il matrimonio cattolico

    La prima cosa da fare sarà rivolgervi al vostro parroco che vi consegnerà la lista di documenti da produrre. Per il matrimonio cattolico avrete bisogno dell’atto di Battesimo e dell’Atto di cresima. Essendo gli effetti del matrimonio cattolico anche civili, dovrete anche recarvi nel Comune della vostra città dove verrà verificato il certificato di stato civile, il certificato contestuale rilasciato dal Comune di residenza, il certificato di cittadinanza, il certificato di residenza. Una volta che sarà tutto pronto verranno esposte le pubblicazioni civili in Municipio: oggi non vengono più esposte in bacheca in moltissimi comuni ma poste online nel sito ufficiale del comune. Se volete sposarvi in Chiesa dovrete anche avere l’attestato di frequenza al corso prematrimoniale, il certificato di battesimo e certificato di cresima e l’esame del fidanzato/fidanzata vidimato della Curia.

    Il corso prematrimoniale per il matrimonio cattolico

    Fondamentale per il matrimonio cattolico è anche il corso prematrimoniale che viene tenuto da un parroco con il supporto di specialisti come avvocati, sessuologi e psicologi. Il corso dura circa due mesi in cui le coppie che intendono sposarsi seguiranno degli incontri di gruppo e potranno così scambiare idee e sensazioni con le altre coppie e con chi tiene il corso. Durante il corso saranno analizzate le fonti bibliche dalle quali è stato tratto il rituale del matrimonio, saranno poi letti i brani delle Sacre Scritture che parlano del significato del rito nuziale e il vostro parroco spiegherà le fasi del rito nuziale ma anche quello che significa per il futuro un matrimonio cattolico.

    Il rito del matrimonio cattolico

    Il rito del matrimonio cattolico comincia con la memoria del battesimo. Vi consigliamo, per permettere agli invitati di seguire meglio la celebrazione, di predisporre un libretto che riporterà le fasi della cerimonia e le letture scelte. Leggeranno i brani scelti o i testimoni o degli amici e parenti particolarmente cari e legati alla coppia. Alla fine della celebrazione (alcuni parroci però lo fanno prima della fine della messa) saranno letti agli sposi anche gli articoli del codice civile che regolano la loro unione.