Wedding party, quale scegliere?

da , il

    Come sceglie la propria festa di matrimonio? Il wedding party deve rispecchiare il vostro carattere e il target del vostro ospite. In questo post trovate una serie di eventi che andranno molto di moda per l’anno 2010. Potete adattarli alle vostre esigenze in base al numero d’invitati e alla location.

    Se avete deciso ancora l’ora del matrimonio, non importa. Questi sono dettagli che discuterete con il ristorante o il catering e che si possono benissimo vedere al momento della prenotazione. Ciò che ora dovete immaginare è lo stile del vostro matrimonio.

    Il cocktail è molto moderno. Prima di tutto è un modo per saltare i lunghissimi pranzi, che possono non piacere a voi, ma che state sicure non piacciano nemmeno agli invitati. Ore e Ore seduti a mangiare e chiacchierare. Molto meglio questa variante dinamica e fresca, in cui è possibile girare, conoscere gente e non sentirsi paralizzati a un tavolo.

    L’altra versione del cocktail, quella classica, è il rinfresco. Adatto soprattutto per un catering in una villa o in un giardino, si tratta di un pranzo/cena in piedi. Sarà una buona mossa creare diversi punti ristoro, ciascuno con le proprie specialità: per gli aperitivi, per i primi, per i secondi, di carne o di pesce, e poi la zona dedicata alle bevande, differenziata secondo la tipologia.

    Poi c’è il banchetto che si svolge con la stessa logica dei primi due solo che in questo caso ci si può sedere. E’ rischioso, perché a differenza del cocktail e del rinfresco si rischia di rendere il matrimonio molto statico. Nel senso che il cibo potrebbe diventare l’unico protagonista della giornata.

    Foto tratte da:

    alltoursclub.it/ canadianbridal.ca

    Dolcetto o scherzetto?