Addio celibato, festeggiare…ma non troppo

Dire addio alla vita da scapolo circondato dagli amici più cari e festosi. Di cosa sto parlano? Ma del tanto atteso addio al celibato, usanza recente ma molto amata.

Pubblicato da Francesca Bottini Mercoledì 8 aprile 2009

Dire addio alla vita da scapolo circondato dagli amici più cari e festosi. Di cosa sto parlano? Ma del tanto atteso addio al celibato, usanza recente ma molto amata.

Solitamente è organizzato da un caro amico dello sposo o dal testimone che ne conosce gusti e passioni.
Potrà, con l’aiuto degli altri amici, dare libero sfogo alla fantasia organizzando una serata o una week end all’insegna della goliardia, della trasgressione e dell’eccesso.

Attenzione alla data scelta: assolutamente non la sera prima del matrimonio. Si sa, durante gli addii al celibato si esagera un po’ soprattutto con l’acool e non sarebbe carino che lo sposo arrivasse all’altare completamente ubriaco!

Ed ora la scelta della location. Molto gettonati (sempre che lo sposo non sia debole di cuore…) gli sport estremi e più temerari: bungee jumping, canyoning, mongolfiera, immersioni, un week end sulla neve…

Ad essere sinceri comunque è molto frequente anche l’organizzazione di serate piccanti in locali di strip tease per soli uomini. Guardando e non toccando, ovviamente!

La cosa fondamentale è che gli organizzatori rispettino in pieno i gusti dello sposo: capirete che se una persona soffre di vertigini non sarà molto contento di dover praticare il bungee jumping.

L’addio al celibato è soprattutto un modo per stare con gli amici e divertirsi insieme!

Via libera quindi anche a week end fuori città o a giornate in un centro benessere. Se lo sposo è un appassionato di musica potreste anche portarlo a sorpresa al concerto del suo cantante preferito.

Ed infine la raccomandazione principale: divertirsi si…ma senza esagerare!