Come vestirsi a un matrimonio, gli invitati

ecco alcune regole per essere elegante. E' buona norma adeguare il proprio look a quello degli altri invitati e al tono della cerimonia e del ricevimento.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 25 ottobre 2009

Come dobbiamo vestirci a un matrimonio? Dipende dallo stile della cerimonia. È importante capire il tipo di evento per non essere la nota fuori tono. Ecco allora alcune regole per essere elegante al punto giusto.
Come fare? Le donne si devono informare sul vestito delle mamme e sorelle dei futuri sposi perché sono loro a dettare le regole per le invitate. Si deve cercare di sapere come si vestiranno le altre signore. Poi, ma questo lo dovremmo aver ben presente, dobbiamo evitare il bianco e il nero, in versione total look.

No a minigonne e scollature vertiginose, in particolare se la cerimonia è religiosa e si svolge in un luogo di culto. Anche gli abiti troppo castigati vanno lasciati nel guardaroba non renderebbero stuzzicante il ricevimento.

Per gli uomini la parola d’ordine è sobrietà. Se lo sposo indossa il tight, i testimoni e i parenti più stretti fanno altrettanto. Se poi la cerimonia è molto elegante, tutti gli invitati si adeguano, indossando il tight. La camicia dell’invitato maschio potrebbe anche essere leggermente colorata, dall’azzurro al rosa tea. Pertanto sempre colori tenui.

Se il matrimonio si effettua il mattino o il pomeriggio vanno benissimo abiti, gonne o tailleur non troppo eleganti, con colori chiari o magari con stampe floreali. Se invece si festeggia alla sera saranno perfetti abiti e tailleur eleganti tendenti a tonalità scure, perfetti gioielli preziosi e tacchi alti.

Foto tratte da
sposesidiventa.com
weddingplanners.it