Coppia gay tenta di sposarsi a Savona

Una coppia di ragazzi ha tentato di sposarsi in Italia con rito civile, ma alle pubblicazioni hanno avuto qualche problema

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 14 ottobre 2009

Questa è la storia di due ragazzi savonesi omosessuali che hanno il desiderio di sposarsi. Convivono da un anno e sono molto innamorati, ma loro unione non ha valore davanti alla legge. Hanno seguito l’iter burocratico, compilato il modulo delle pubblicazioni e le nozze dovrebbero essere celebrate il 31 ottobre.
Questo matrimonio però non avrà un lieto fine, perché la legge italiana non prevede le nozze tra due persone dello stesso sesso. Non si sa se questo tentativo di celebrare un rito civile sia stata una provocazione o un modo per sensibilizzare sulla questione gay.

Ma torniamo alla vicenda, che prende il via martedì mattina. Quando Francesco Zanardi e il suo compagno Manuel si recano negli uffici dello stato civile di palazzo Sisto e chiedono all’impiegata di poter depositare i documenti necessari per le pubblicazioni di matrimonio. «Tutto è filato liscio sino al momento in cui l’impiegata ha chiesto il nome della sposa – spiega Francesco Zanardi a Il Secolo XIX- e le ho risposto Manuel. Lei ha scritto sul foglio Manuela e io subito l’ho corretta». E qui ovviamente è scattato il fermo!

I ragazzi non hanno intenzione di arrendersi e di andare per vie legale affinchè il loro diritto sia riconosciuto. In tanti Paesi il matrimonio gay è già stato legalizzato come in spagna o in Vermont, dove le cerimonie continuano ad aumentare perché molti decidono di andare all’estero a dire sì.

Foto tratte da
panorama.it
lei web.it