Il ruolo del testimone di nozze

Cosa deve fare durante la cerimonia il testimone e quali sono i suoi obblighi formali. Ecco cosa dovete sapere su questa figura affinché non cadiate in errore

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 2 luglio 2010

È l’onore più grande, ma quale ruolo ha il testimone di nozze? Da un punto di vista affettivo è una persona che sta molto vicina a uno degli sposi (un parente o un caro amico), magari qualcuno con cui si è condiviso qualcosa di importante, un punto di riferimento. Invece, da un punto di vista legale è un garante: testimonia la solidità della coppia, l’amore sincero che li lega e ovviamente fa da garante, infatti è invitato a firmare la propria testimonianza. Il numero minimo è due, uno per lei e uno per lui, ma quasi tutti hanno due testimoni a testa.
Per quanto riguarda i compiti, devono firmare e dare in consenso dell’autenticità delle nozze, conservare le fedi (di solito si chiede a uno solo, meglio un uomo perché ha le tasche della giacca), e poi consegnare l’offerta alla fine della cerimonia.

Per quanto riguarda, invece, la parte ludica, si devono occupare dei preparativi per organizzare l’addio al nubilato-celibato. State molto attenti alla scelta, non dovete essere frettolosi. Valutate le persone giuste, anche in termini di rappresentanza.

Per quanto riguarda il regalo: i testimoni non possono non sbilanciarsi. Sono obbligati a fare qualcosa di importante, a loro volta gli sposi, possono anche decidere di non fare le bomboniere, ma a genitori e testimoni devono comunque fare un regalo, in ricordo di quel giorno.

Foto tratte da
castellomalvezzi.eu
aufeminin.com
vivasposi.com
napolisposi.com
lagomaggioresposi.com