L’aperitivo per accogliere gli ospiti

un aperitivo per accogliere gli ospiti è un'idea brillante. deve servire unicamente a “stuzzicare” l’appetito, creando una cordiale atmosfera tra gli invitati. Quindi non è il caso ingozzarli con un buffet, per quello poi ci sarà il pranzo o la cena. Poche cose di varietà e soprattutto una selezione di vini eccellenti.

Pubblicato da Valentina Morosini Sabato 5 settembre 2009

Accogliere gli ospiti con un bel bicchiere di vino è gesto carino e molto elegante. Purtroppo l’aperitivo è un momento spesso trascurato nell’organizzazione, mentre si sa che l’happy hours è molto apprezzato da grandi e piccini.
L’aperitivo, in questo caso, deve servire unicamente a “stuzzicare” l’appetito, creando una cordiale atmosfera tra gli invitati (se volete potete approfittarne per andare a fare qualche foto prima del convivio ufficiale). Quindi non è il caso ingozzarli con un buffet, per quello poi ci sarà il pranzo o la cena. Poche cose di varietà e soprattutto una selezione di vini eccellenti. Ovviamente meglio scegliere tra dei brut e dei vini rossi fermi e corposi.

Da non dimenticare, infine, i bambini e le persone che non possono bere o non amano gli alcolici. A loro faremo servire un cocktail di frutta preparato con dei succhi freschissimi e poi che sono sempre graditi e fanno colore non dimenticatevi i vari Bitter, Crodini e succhi di frutta di pompelmo e ananas.

Si potrebbe orientarsi su Verdure e pesci in tempura – l’eterea frittura giapponese – scaglie di parmigiano con aceto balsamico tradizionale e piccole tartine a base di pesce. Una degustazione di salumi e formaggi tipici della zona, per chi non ama il pesce, per l’ospite più glamour dei frittini misti o del sushi.

Foto tratte da
matrimoni.romasoundservice.it
ddaywadding.it