Le poesie dedicate al matrimonio di Nazim Hikmet Ran

Nazim Hikmet Ran è un poeta turco molto conosciuto che ha scritto meravigliose frasi d'amore. Se cercate delle poesie per matrimonio originali da dedicare agli sposi o da leggere durante il ricevimento, prendete in prestito le parole di Nazim Hikmet, poesie che renderanno le nozze indimenticabili.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 23 febbraio 2011

Le poesie dedicate al matrimonio di Nazim Hikmet Ran
Photo by Alvin Mahmudov/Unsplash.com

Non è facile trovare delle poesie per il matrimonio ma senza dubbio sono innumerevoli i filosofi e i poeti che hanno scritto versi e frasi d’amore. Tra questi c’è Nazim Hikmet Ran, poeta turco naturalizzato polacco. La sua produzione letteraria è stata tradotta in tantissime lingue e nel 2002 a lui è stata dedicata la Giornata mondiale della poesia proposta dall’UNESCO. Dedicare i suoi versi al vostro futuro sposo o semplicemente usarli per scrivere un biglietto di auguri a una coppia di amici che vi ha invitato alle nozze, è un modo unico e emozionante per esprimere il legame che vi unisce e celebrare la gioia del matrimonio.

l più bello dei mari

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.

Amo in te

Amo in te l’avventura della nave che va verso il polo
amo in te
l’audacia dei giocatori delle grandi scoperte
amo in te
le cose lontane
amo in te l’impossibile
entro nei tuoi occhi come in un bosco
pieno di sole
e sudato affamato infuriato
ho la passione del cacciatore
per mordere nella tua carne.
amo in te l’impossibile
ma non la disperazione.

I giorni sono sempre più brevi

I giorni sono sempre più brevi
le piogge cominceranno.
La mia porta, spalancata, ti ha atteso.
Perchè hai tardato tanto?

Sul mio tavolo, dei peperoni verdi, del sale, del pane.
Il vino che avevo conservato nella brocca
l’ho bevuto a metà, da solo, aspettando.
Perchè hai tardato tanto?

Ma ecco sui rami, maturi, profondi
dei frutti carichi di miele.
Stavano per cadere senza essere colti
se tu avessi tardato ancora un poco.

Se questi versi non vi hanno convinto, non preoccupatevi; qui troverete delle meravigliose poesie per matrimonio di Giacomo Leopardi.