Lo strano matrimonio tra gemelli

Una storia originale ma anche il racconto del coronamento di un amore tutto particolare: solo pochi giorni fa infatti è stato celebrato un matrimonio che ha dell’incredibile. Sì, perché ad unirso per sempre sono state due coppie: i mariti fratelli gemelli e le mogli, neanche a dirlo, sorelle gemelle!

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 14 settembre 2009

Una storia originale ma anche il racconto del coronamento di un amore tutto particolare: solo pochi giorni fa infatti è stato celebrato un matrimonio che ha dell’incredibile. Sì, perché ad unirsi per sempre sono state due coppie: i mariti fratelli gemelli e le mogli, neanche a dirlo, sorelle gemelle!

Così due gemelli e le due gemelle oltre che marito e moglie sono anche diventati reciprocamente cognati: Salvatore e Raffaele Cerullo, 30 anni hanno quindi sposato Marta e Tina Zaccariello, di 28.

Le coppie si conoscono nel lontano 1999 durante una festa: l’amore scoppia subito per Marta e Salvatore che in poco tempo si fidanzano.

Nella loro frequentazione inevitabilmente anche i rispettivi fratello e sorella si conoscono: scocca l’amore anche per Raffaele e Tina, che si fidanzano.

E così la decisione più naturale è sembrata quella di celebrare un matrimonio tutto particolare: due sposi e due spose e a qualcuno sarà sembrato di avere la vista sdoppiata per lo stupore!

Un avvenimento rarissimo che ha coinvolto tutto il paese in cui si sono celebrate le nozze: quando capita di vedere due gemelli che sposano due gemelle? E infatti ecco cosa dichiarano i neo sposini: “E’ stata una giornata grandiosa, indimenticabile con il viaggio a bordo di una limousine lunga più di dieci metri. E fuori dalla chiesa c’era tantissima gente a salutarci. Sembrava un matrimonio da vip, invece erano le nostre nozze, di quattro normalissimi giovani“.

Ma non ci sarà il rischio di confondersi? Rassicura Salvatore: “Nessun rischio, le conosciamo da tanti anni. Anche se più di una volta, vedendole di spalle, mi è capitato di dare una pacca alla gemella… sbagliata“.

Non ci rimane che fare i “doppi auguri” di rito ai nei sposini!