Matrimoni gay: la Chiesa svedese li permette

La notizia è di quelle che faranno discutere: la Chiesa luterana svedese ha annunciato che dal mese prossimo celebrerà nozze di coppie gay. Già il parlamento svedese aveva approvato una legge che permetteva i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Pubblicato da Francesca Bottini Giovedì 22 ottobre 2009

La notizia è di quelle che faranno discutere: la Chiesa luterana svedese ha annunciato che dal mese prossimo celebrerà nozze di coppie gay. Già il parlamento svedese aveva approvato una legge che permetteva i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

“Siamo la prima grande chiesa a fare una cosa del genere”, afferma Kristina Grenholm, la responsabile teologica della Chiesa.

Le fa eco l’Arcivescovo di Svezia Anders Wejryd, nel corso di una conferenza stampa, che afferma: “Per quanto mi riguarda, è stata presa la decisione giusta ma posso capire anche il punto di vista di quanti pensino che tutto sia avvenuto troppo in fretta”.

Dal primo di novembre quindi le coppie gay potranno regolarmente sposarsi anche in chiesa in Svezia.

La Chiesa luterana svedese si è separata dallo Stato nel 2000 e aveva già annunciato un’apertura alle unioni omosessuali, con la precisazione però che questi riti non si sarebbero chiamati “matrimoni”, questi ultimi riservati solo per le coppie eterosessuali: la nuova legge invece non fa distinzioni.

Critiche e applausi per la nuova decisione si sono levate sia dal popolo svedese che da quello europeo. E voi cosa ne pensate?