Matrimonio gay: il primo sì omosessuale in Argentina

da , il

    Matrimonio gay: il primo sì omosessuale in Argentina

    Sono convolati a nozze, ma il loro è un matrimonio molto particolare e resterà nella storia. In Argentina, ad Usuahia , è stato celebrato il primo sì gay di tutta l’America Latina. A sposarsi sono stati Alex Freyre e Jose’ Maria Di Bello. Avevano cercato di dare valore legale alla loro unione a Buenos Aires lo scorso primo dicembre, senza però riuscirci, a causa dell’intervento, all’ultimo momento, della magistratura locale, che aveva accolto il ricorso di un privato cittadino. Quel sì avrebbe avuto un significato ancora più profondo perché era la giornata mondiale contro l’Aids e la coppia è sieropositiva.

    I due sono riusciti a sposarsi a parecchi chilometri di distanza, ma la notizia ha fatto lo stesso il giro del mondo. Sempre in questi giorni di matrimoni gay si è parlato anche in Messico. Città del Messico è diventata da poco la prima città dell’America Latina a legalizzare i matrimoni omosessuali.

    Il disegno di legge ora dovrà essere firmato dal sindaco di Città del Messico Marcelo Ebrard, promotore tra l’altro di altre misure progressiste come l’aborto in determinate circostanze. I parlamentari conservatori si sono fermamente opposti alla legge e anche i leader ecclesiastici faranno prevedibilmente delle pressioni sul sindaco affinché quest’ultimo non firmi questo disegno di legge.

    L’arcidiocesi cattolica messicana ha già fatto sapere che legalizzare i matrimoni gay sarebbe immorale e che questa legge distruggerà le famiglie.