Organizzare matrimonio: quando diventa un incubo

La realtà è che esistono migliaia di donne che davanti a decine di nastri di raso di tonalità diverse non si entusiasmano per niente e preferirebbero di gran lunga scappare in palestra per una sessione pilates!

Pubblicato da Francesca Bottini Domenica 18 ottobre 2009

Chi l’ha detto che organizzare un matrimonio sia per tutte un divertimento? Siamo abituate a darvi consigli sui vari aspetti e sulle tappe fondamentali per arrivare perfette al grande giorno e vi immaginiamo come future sposine super organizzate e ben felici di coordinare il ricevimento, scegliere l’abito, le bomboniere, le partecipazioni…ma siamo sicure che sia davvero così?

La realtà è che esistono migliaia di donne che davanti a decine di nastri di raso di tonalità diverse non si entusiasmano per niente e preferirebbero di gran lunga scappare in palestra per una sessione pilates!

C’è poi chi soffre di vere e proprie crisi di panico e che ricorderà sempre il periodo pre matrimoniale come un incubo fatto di confetti, pomeriggi dal fiorista e diete da fame per entrare nell’abito da sposa.

Se non fosse così non si spiegherebbe il dilagare della professione di wedding planner, mai come in questo periodo richiesti e cercati dalle coppie di futuri sposi.

Semplicemente ci sono donne che non si commuovono davanti al proprio abito da sposa, che proprio non vedono la differenza tra un violetto chiaro e un color glicine e che non hanno nessuna voglia di passare pomeriggi al telefono con la suocera per decidere la disposizione dei posti a tavola.

Ovviamente finchè non ci troviamo nella situazione non possiamo affermare con certezza di appartenere ad una categoria o all’altra.

Il segreto è chiarirsi da subito con il proprio fidanzato e magari dividersi i compiti in modo da rendere il tutto meno pesante per noi. Nella maggior parte dei casi infatti è la donna che decide tutto è all’uomo di concede giusto giusto qualche grugnito di approvazione.

Le scelte condivise sono sempre quelle vincenti e dividere i compiti potrà perfino rendere il tutto quasi divertente: ovvero, come dovrebbe essere l’organizzazione del matrimonio, un divertimento.

Invece troppo spesso si vedono future sposine talmente determinate da far impallidire Rambo e che, davanti alla mail del fiorista che comunica di non poter trovare le peonie a dicembre, rischiano di distruggere la casa.

Ragazze, diamoci una calmata! E’ giusto volere che tutto vada bene e che tutto sia come sognamo ma evitiamo di trasformaci in potenziali serial killer se qualcosa non va alla perfezione…

E voi cosa ne pensate?

Fotografie tratte da
latestimonedinozze.com
pask.it
napolisposi.com
100matrimoni.it