Sposarsi alla Mole e a Palazzo Madama

Il primo matrimonio alla Mole Antonelliana sarà celebrato domani. Da settembre altri luoghi simboli del capoluogo sabaudo saranno messi a disposizione degli innamorati, mentre a Roma il Salone del Senato di Palazzo Madama.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 24 luglio 2009

E’ il sogno di molte coppie quello di convolare a nozze nella Mole Antonelliana. Il primo sì sarà celebrato domani, dall’assessore ai servizi civici Michele Dell’Utri. Un evento atteso da tutta la città che da anni ha manifestato il desiderio di disporre di questo edificio per i matrimoni.
Le coppie che desiderano celebrare le nozze nell’edificio dell’Antonelli, ora potranno farlo grazie a una convenzione fra la Città di Torino e il Museo Nazionale del Cinema. Ma non è l’unica novità per i giovani sposi. Oltre alla Mole, infatti, da settembre, altri luoghi simboli del capoluogo sabaudo saranno messi a disposizione degli innamorati, mentre a Roma il Salone del Senato di Palazzo Madama.

Il Salone sarà disponibile dal 5 settembre, il sabato pomeriggio, secondo un calendario prestabilito (12, 19, 26 settembre 2009, 3,10, 17, 24 e 31 ottobre, dalle ore 15 alle ore 19). L’area nuziale verrà allestita con la postazione del celebrante, le sedie per gli sposi e alcune sedie per testimoni e familiari. L’accesso l’accesso per gli sposi attraverso il magnifico scalone di Filippo Juvarra.

I luoghi dell’arte prenderanno vita come palcoscenico di matrimoni e celebrazioni di ricorrenze importanti, affinché il patrimonio italiano sia un po’ più dei suoi cittadini e non resti solo un museo di cui non poter godere.