Sposarsi in cima all’Empire State Building

L’edificio è aperto alle nozze di San Valentino dal 1994 ed è anche l'unico momento dell'anno in cui il grattacielo più alto di New York apre le sue porte ai matrimoni. Chissà se a Milano con il Pirellone 2 succederà lo stesso.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 16 febbraio 2010

Sposarsi in cima all’Empire State Building

È uno dei simboli di New York e gli amanti della commedia brillante non possono non ricordare Tom Hanks rincorrere Meg Ryan in Insonnia d’amore. Il giorno di San Valentino è possibile sposarsi in cima a questo grattacielo e avere davvero la sensazione di toccare il cielo con un dito. Quest’anno hanno detto sì (anzi, “Yes, I do”) ben 14 coppie che hanno vinto il concorso che ha permesso dell’Empire State Building Valentine’s Wedding Event, alle 16esima edizione. Già perché non è così facile ottenere il permesso, essendo una location molto richiesta.
Per avere informazioni sul concorso appena concluso dovete visitare o il sito del grattacielo o Brides.com. Ovviamente, per sapere qualcosa sulla 17 edizione, ovvero la prossima, è meglio attendere settembre. Domenica invece le coppie selezionate si sposate al 61esimo piano, mentre una sola fortunata ha celebrato all’86esimo proprio all’osservatorio.

Chissà se vincere questa opportunità è di buon auspicio. L’edificio è aperto alle nozze di San Valentino dal 1994 ed è anche l’unico momento dell’anno in cui il grattacielo più alto di New York apre le sue porte ai matrimoni. Chissà se a Milano con il Pirellone 2 succederà lo stesso.