Sposarsi in inverno, i vantaggi

Sposarsi in inverno? una scelta controcorrente perché in Italia su 250.360 matrimoni l'anno (dati Istat 2007) solo il 13% vengono svolti nei mesi tra novembre e febbraio contro l'87% tra marzo e ottobre.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 27 settembre 2009

Organizzare un matrimonio è un’opera organizzativa complessa. Dalla stagione dipende praticamente tutto: lo stile, l’abbigliamento, la location… Non sono molti i matrimoni invernali ed è un peccato perché oltre a essere suggestivi, sono anche più economici. Scopriamo i vantaggi.

In Italia su 250.360 matrimoni l’anno (dati Istat 2007, quel del 2008 hanno registrato una notevole diminuzione) solo il 13% vengono svolti nei mesi tra novembre e febbraio contro l’87% tra marzo e ottobre. Questo dato la dice lunga sulla preferenza degli sposini nostrani. Ma non lasciatevi intimorire dal freddo.

In prossimità del Natale si possono ideare addobbi a tema e i ristoranti possono essere riscaldati dal stelle di Natale rosse, bacche colorate, rami di pino e fiocchi. Oppure potreste pranzare in una bella terrazza al coperto con ampie vetrate di fronte ad un panorama imbiancato dalla neve. Vi assicuro che il freddo non lo sentirete.

Infine, anche gli invitati potrebbero gradire la scelta del periodo. Prima cosa per non si accavallano con le ferie, che magari devono essere pianificate proprio in coincidenza. E poi considerate l’aspetto economico: i fornitori nel periodo freddo hanno costi più bassi rispetto al periodo in cui la concentrazione dei matrimoni è molto alta. Come al solito vale la legge della domanda e dell’offerta.

Foto tratte da
nozzeblog.it
irisviaggi.it