Sposarsi in Valle d’Aosta tra mongolfiere e castelli

Sposarsi in valle d'aosta significa scegliere l'avventura di una mongolfiera o paesaggi suggestivi, proprrio come hanno fatto Marylin Manson e Dita Von Teese.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 6 agosto 2009

Per organizzare un matrimonio in montagna bisogna pensare al clima: d’estate le temperature miti permettono delle belle feste all’aperto, mentre l’inverno rigido e spesso sommerso dalla neve regalo atmosfere molto romantiche.
In Valle d’Aosta esistono diverse soluzioni paesaggistiche, e non solo, per organizzare le nozze. Sposarsi ad Aosta significa poter scegliere tra gli stupendi castelli (come hanno fatto Marylin Manson e la sua ex compagna Dita Von Teese) che si trovano in zona oppure optare per il centro storico della città, ricco di monumenti risalenti all’epoca romana e non solo.

Agli avventurieri possono suggerire un matrimonio in mongolfiera, ovviamente con rito civile previa formalizzazione in comune. Esistono dei veri e propri pacchetti che comprendono affitto del castello o hotel come location per il banchetto, viaggio in mongolfiera magari sul parco nazionale del Gran Paradiso o a ridosso delle cime più belle d’Europa. Oppure c’è anche la possibilità di dire sì in paracadute. Non è una scelta per tutti, però deve essere divertente rompere gli schemi almeno una volta, almeno il giorno del matrimonio.