Viaggio di nozze con la suocera, lei chiede il divorzio

da , il

    Viaggio di nozze con la suocera, lei chiede il divorzio

    Cosa c’è di più romantico di un bel viaggio di nozze? Niente. È davvero il coronamento di una giornata speciale. Se poi si sceglie la città degli innamorati, Parigi, è ancor meglio. Peccato che una ragazza, fresca sposa, abbia chiesto il divorzio dopo un mese dal matrimonio perché il marito ha portato la sua mamma in vacanza con loro. Questa storia fa ridere, ma vi assicuro che sono tante le coppie che si ritrovano a partire in tre e più, perché si aggregano i parenti di uno o dell’altro. Terribile e soprattutto motivo di contrasto se non c’è un accordo da entrambe le parti.

    Il rapporto è degenerato in aeroporto, due giorni dopo il sì, quando si è presentata la mamma dello sposo. Alle garbate lamentele della moglie, l’uomo ha risposto che non poteva lasciare la mamma malata da sola. La donna rientrata in Italia ha chiesto la separazione, dopo la luna di miele in tre e le feste di Natale passate con la suocere.

    È un insegnamento che viene spesso trattato anche ai corsi prematrimoniali. Bisogna staccarsi dall’essere figlio (questo non significa non amare i proprio genitori e non stargli accanto) e prendersi la responsabilità di una nuova famiglia. Tant’è che la causa di separazione è l’eccessivo rapporto affettivo.

    Lo so che questa storia ci fa sorridere, ma pensate questa giovane sposina. Noi donne siamo solidali: magari questa rottura non sarà definitiva, magari suo marito ha bisogno di maturare un pochino. Intanto ha fatto bene: ci vuole un segno forte o l’uomo mammone non riuscirà mai a elaborare il distacco.