Tight classico, per un matrimonio elegante

Se scegliete di celebrare un matrimonio molto elegante e formale, lo sposo dovrà indossare il tight o se preferite una scelta un po' più casual, il mezzo tight.

Pubblicato da Francesca Bottini Martedì 14 aprile 2009

Se scegliete di celebrare un matrimonio molto elegante e formale, lo sposo dovrà indossare il tight o se preferite una scelta un po’ più casual, il mezzo tight.

Il nome di questo abito deriva dell’inglese tigh-coat, ovvero giacca attillata: è indicato se la sposa opta per un abito molto sontuoso e se il matrimonio si svolge prima delle 18.

In questo caso anche il padre della sposa e dello sposo, i fratelli della coppia e i testimoni uomini dovranno indossare il tight.
Note stilistiche: il tight deve sempre essere in lana, di colore grigio, antracite o nero.

Quello che lo caratterizza maggiormente è la giacca con code arrotondate, i pantaloni diritti, che devono coprire la mascherina delle scarpe. Ovviamente non si può fare a meno del gilet: in raso o in panno leggero grigio chiaro, doppiopetto o monopetto.

La camicia deve essere con gemelli e le scarpe assolutamente stringate e classiche.

Noi vi consigliamo sempre di rivolgervi ad un sarto di esperienza che saprà indicarvi anche i dettagli indispensabili. Se è la prima volta che indossate un tight non improvvisate: la scelta di un abito deve essere coerente all’etichetta del matrimonio.

Fotografie tratte da:
de1.iosposa.it
seraiamegastore.com
iosposa.style.it