Abiti da sposo 2011, la collezione di Carlo Pignatelli

da , il

    Oggi ci occupiamo un pochino degli sposi, che spesso sono trascurati per la principessa per eccellenza: la sposa. Anche loro però hanno bisogno di curare il loro look e di apparire come dei veri gentlemen. Il modo migliore per farlo è scegliere Carlo Pignatelli, di cui oggi vi mostriamo la collezione 2011. Sono abiti molto classici (prevalgono i tre pezzi) rivisitati però in chiave moderna, quindi con tessuti pregiati, magari lucidi o gessati. Estremamente trendy la scelta della cravatta dello stesso tono della camicia. Vediamo quindi cosa propone Pignatelli per questa stagione.

    Mi ha fatto sorridere la camicia pois (vuole riprendere il gusto vintage) con cravatta a pois. Spero bene siano pochi gli sposi a scegliere questa soluzione, ma sicuramente di grande effetto. Come potete vedere dalla galleria fotografica sono abiliti elegantissimi, che slanciano l’uomo con tagli affusolati.

    È sicuramente quello di Pignatelli un uomo elegante, ma anche giovane. Lo dimostra il pantalone a sigaretta, il gioco di richiamo allo stile dandy. Sono vestiti che si prestano benissimo a cerimonie diurne o serali: i tre pezzi, infatti, è davvero un evergreen.

    Particolare la scelta del grigio perla. Direi che è perfetta per un ricevimento durante le ore del giorno e ovviamente in estate, la sera è sempre meglio un abito scuro. Inoltre, attenzione alla linea: non dovete essere in sovrappeso o con la classica pancetta. Il grigio chiaro purtroppo non sfina per nulla.

    Dolcetto o scherzetto?