Cambio data per il matrimonio di Renato Brunetta: lo stratagemma del Ministro per evitare le contestazioni!

da , il

    Ormai sappiamo tutto, o quasi, sul matrimonio di Renato Brunetta, tranne una cosa. La cerimonia come sapete era programmata per domenica alle 19.30. il ministro però, per evitare le contestazioni, ha stupito tutti e ha organizzato il matrimonio, in gran segreto la notte prima. La notizia è trapelata solo ieri nel tardo pomeriggio quando tutti si sono accorti che, alle 19.30, non ci sarebbe stata nessuna cerimonia. Brunetta e la compagna Titti si sono sposati sabato notte sempre a villa Rufolo, nella «Sala d’attesa», con solo i testimoni che per lui erano Sacconi e Cicchitto e per lei due amiche.

    Come previsto ha officiato la cerimonia l’ex sindaco di Ravello Secondo Amalfitano. La coppia, dopo il concerto e la cena alla pizzeria Salvatore, ha rivelato la propria intenzione. Sposarsi proprio la notte stessa per evitare le contestazioni e le manifestazioni dei precari annunciate da molto tempo.

    Il ministro ha pensato a questo piano per evitare di sposarsi al grido di «Siamo l’Italia peggiore abbiamo un sogno nel cuore, Brunetta a San Vittore», slogan preparati dai suoi contestatori.

    «Amo Titti sopra ogni cosa, amo Ravello sopra ogni luogo e non volevo creare problemi a nessuno dei due. Così non abbiamo dato fastidio» ha detto Bunetta, davanti ai tanti ospiti illustri che hanno festeggiato domenica sera in un hotel esclusivo. Tra gli ospiti infatti erano presenti Sacconi, Cicchitto, Fitto, la Carfagna, la Gelmini, Meloni, e Galan, il presidente del Senato Schifani.

    La sposa era vestita da Versace, con un abito lungo, rosa antico e unsemplice bouquet di ortensie bianche.

    Festa domenica sera all’Hotel Caruso, dove gli ospiti hanno gustato prelibatezze come la mozzarella di Vannulo, le braciole di maiale del macellaio di fiducia Fabrizio Nonis, pizza e pesce. E i precari arrivati fino a Ravello per contestare il ministro? Niente mezzi termini dato che «loro hanno rovinato la vita privata di tanta gente e quindi non esiste vita privata per Brunetta e i suoi invitati di governo».